<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
bg_blog

16 febbraio 2015

Come fare un Blog Post: Consigli Utili

Cecilia Secco

BLOGAZIENDALE

Probabilmente avrai sentito dire che il blog è fondamentale per avere successo online. Senza di esso non servirebbero a nulla la nostra amata SEO e i social media, non avresti alcuna influenza su contatti e clienti, e avresti poche pagine per mettere le Calls-To-Action! Devo aggiungere altro?

Allora perché quasi ogni azienda sembra avere una lista di scuse per non creare o accrescere il proprio blog? Forse perché, a meno che tu non sia appassionato di scrittura, il blog aziendale sembra essere una condanna. Bisogna trovare le parole, creare delle frasi, ed è difficile capire da dove iniziare.

Ebbene, il tempo delle scuse è finito. Dopo aver letto questo post, non avrai più alcun motivo per rifiutarti di scriverne una ogni giorno, perchè saprai esattamente come fare un blog post.

 

1) Studia il tuo pubblico

Prima di iniziare a scrivere, devi avere una chiara idea del tuo target di riferimento. Cosa vogliono sapere? Cosa li attrae? In questo post Sara ti spiega chi sono i Buyer Personas. Considera ciò che sai sui tuoi clienti, sui loro interessi, e decidi un tema adatto per il tuo post blog.

lego_famous

2) Inizia con un argomento e un titolo provvisori

Prima ancora di scrivere qualsiasi cosa, scegli un argomento per il tuo post blog. L'argomento può essere abbastanza generale all’inizio. Ad esempio, se sei un idraulico, potresti scrivere qualcosa sui rubinetti che perdono!

Poi potrebbero venirti in mente titoli differenti, o diversi modi di affrontare questo tema per focalizzare il post su un problema particolare. Ad esempio, puoi decidere di limitare la discussione a "Strumenti per la riparazione di Rubinetti che Perdono" o " Rubinetti che Perdono: Le Cause più Comuni." Un titolo più specifico ti renderà più semplice iniziare a scrivere.

Facciamo un vero e proprio esempio, un post blog dal titolo finale "Come scegliere un argomento per il tuo prossimo post blog."

Appropriato, vero? L'argomento, in questo caso, era semplicemente "il blog". Quindi il titolo potrebbe essere stato "Come selezionare un argomento per blog post", ma il titolo finale è diventato "Come scegliere un argomento per il tuo prossimo post blog."

Vedi l'evoluzione dall’argomento, al titolo provvisorio, al titolo definitivo? Anche se il titolo non sarà poi il titolo finale (succede più volte di quello che credi), fornisce comunque informazioni sufficienti per permetterti di concentrarti su qualcosa di più specifico.

3) Scrivi un’introduzione accattivante

Cattura l'attenzione del lettore. Se il lettore si perde nei primi paragrafi (o anche nelle prime frasi) dell'introduzione, di sicuro smetterà di leggere senza guardare il tuo post. Racconta una storia o uno scherzo, sii empatico, o cattura il lettore con un fatto interessante o un dato di una statistica.Poi descrivi lo scopo del post e spiega come vuoi risolvere un problema che potrebbe avere il lettore. Questo darà al lettore un motivo per continuare a leggere e spiegherà come puoi aiutarlo a migliorare il suo lavoro (o la sua vita!).

c_era_una_volta

4) Organizza i contenuti

A volte, i post blog possono avere una straordinaria quantità di informazioni, sia per il lettore che per lo scrittore. Il trucco è organizzare le informazioni in modo che i lettori non siano intimiditi dalla lunghezza o dalla quantità di contenuti. L'organizzazione può assumere molteplici forme: sezioni, liste, consigli, ecc.. Ma deve essere organizzata!

Diamo uno sguardo al post, "7 regole di Landing Page Design per Aumentare la Conversione." Ci sono un sacco di contenuti in questo post, ma sono spezzati in sette sezioni principali con relative intestazioni: Encapsulation, Contrasto e Colore, Spunti direzionale, Lo Spazio bianco, Urgenza e Scarsità, Prova prima di Comprare, Social Proof. Le sezioni sono poi separate in sotto-sezioni per andare più in dettaglio e rendere il contenuto più facile da leggere.

Per completare questo passaggio, tutto ciò che devi fare è delineare il post. In questo modo, prima di iniziare a scrivere, sai quali sono i punti da sviscerare, e decidi qual è il miglior ordine per farlo. Per rendere le cose ancora più facili, con HubSpot hai i modelli di post pre-organizzati per i cinque tipi di post blog più comuni. Basta riempire gli spazi vuoti!

5)Scrivi!

Il prossimo passo (ma non l’ultimo!) è la scrittura del contenuto. Ora che hai il modello, riempi gli spazi. Scrivi quello che sai, e, se necessario, fai ulteriori ricerche per raccogliere maggiori informazioni, esempi o dati, fornendo le fonti di ciò che aggiungi. Non preoccuparti per la lunghezza del post. Come diceva la mia prof del Liceo, "Fallo della lunghezza necessaria".

6) Modifica e rileggi il post

Non hai ancora finito, ma manca poco! Il processo di revisione è una parte importante, non dimenticartene. Chiedi anche a un collega di rileggere il tuo post.

L'immagine di presentazione

Assicurati di aver scelto un'immagine visivamente accattivante e pertinente. È fondamentale per condividerlo nei social media o nelle email. E ricorda che le immagini con i dati sono da preferire a quelle senza.

come_fare_un_blog_post_consigli_utili

 

L'aspetto visivo

A nessuno piace un post blog brutto. E non sono solo le immagini che compongono un post che lo rendono visivamente accattivante, ma anche la formattazione e l'organizzazione del post. In un post formattato correttamente e visivamente accattivante, si noterà che le intestazioni e le sotto-intestazioni vengono utilizzate per spezzare grandi blocchi di testo. Gli Screenshots devono avere sempre un bordo definito in modo che non appaiano fluttuanti nella pagina. Lo stile deve essere costante da post a post. Questa coerenza rende il tuo sito web (e la tua azienda) più professionale.

I Tag

I tag sono parole chiave specifiche, rivolte al pubblico, che descrivono un post. Essi consentono inoltre ai lettori di cercare ulteriori contenuti della stessa categoria sul blog. Evita di aggiungere una lista di tag diversi per ogni post. Piuttosto crea una strategia. Pensa ai tag come a "temi" o "categorie" e scegline 10-20 che rappresentano i principali argomenti che tratta il tuo blog.

Come_fare_un_blog_post_consigli_utili_tag

7) Inserisci una Call-To-Action (CTA) alla fine

Alla fine di ogni post blog, inserisci una CTA che indica ciò che il lettore deve fare dopo aver letto il post: iscriversi al blog, scaricare un ebook, iscriversi a un webinar o un evento, leggere un articolo correlato, ecc. Le CTA sono fondamentali. I visitatori che leggono il tuo post blog, cliccano sulla CTA, e vengono condotti dove desideri (una Landing Page ad esempio). Inoltre la CTA è anche una preziosa risorsa per la persona che legge: le CTA offrono contenuti simili al tema del post che ha appena finito di leggere. Quella sottostante, ad esempio, è una CTA.

Come_fare_un_blog_post_consigli_utili_cta

Nel post blog, "Come acquisire nuovi clienti con l’Inbound Marketing ", per esempio, compare una CTA che propone di scaricare una guida gratuita sull’Inbound Marketing, appunto.

Allora aggiungere CTA è un bene per tutti! I lettori che vogliono saperne di più hanno la possibilità di farlo, e l'azienda riesce a indirizzare il traffico dove desidera, fino a generare contatti o clienti!

8) Ottimizza la SEO on-page

Dopo aver finito di scrivere, ottimizza il tuo post per la ricerca.

Non ossessionarti sul numero di parole chiave da inserire. Se l’aggiunta di qualche keyword per cui vuoi posizionarti non peggiorerà l'esperienza del lettore, inseriscila. Se puoi accorciare l’URL usando più parole chiave, fallo. Ma non sparare a raffica keyword lungo il post, Google è molto intelligente!

Leggi “Come ottimizzare un post blog per la SEO” per altre informazioni.

9) Scegli un titolo accattivante

Last but not least, il titolo. Per fortuna, abbiamo una semplice formula per scrivere titoli accattivanti che cattureranno l'attenzione del lettore. Ecco come fare:

  1. Inizia con il titolo che avevi scritto inizialmente.
  2. Modificalo, tenendo presente che è importante mantenerlo chiaro e preciso.
  3. Poi rendilo accattivante, sia attraverso un linguaggio forte, che con un’allitterazione, o un'altra tattica letteraria.
  4. Ottimizzalo per la SEO aggiungendo alcune parole chiave (solo se risulta naturale, però!).
  5. Infine, abbrevialo. A nessuno piacciono i titoli lunghi, e ricorda che Google preferisce meno di 65 caratteri per non troncarlo nelle pagine dei risultati.

 

Se vuoi sapere come utilizzare il tuo blog per trovare nuovi clienti, allora dovresti scoprire cos' è l'Inbound Marketing. Se già ne hai sentito parlare,sai che è un nuovo metodo di marketing online che ti permette di attrarre i clienti invece che inseguirli con la pubblicità. Per saperne di più leggi la nostra guida gratuita:

clicca_scarica_guida_inbound

Image Credit: Flickr user Tim Snell

 

Topics: Inbound Marketing, Blog, Strategie Inbound Marketing, Content Marketing, Buyer Persona



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.