<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
bg_blog

14 novembre 2014

Introduzione al Link Building: Comprendere l'anatomia di un link

Cecilia Secco

introduzione_link_building_anatomia_linkSe non sei pratico di link, o non ne hai mai costruito uno, ecco qui un'introduzione al link building in cui ti presento tre fattori importanti da tenere a mente per la costruzione di link mirati.

I backlink (link verso il tuo sito, i link in entrata) servono per collegarlo con l'intero mondo della rete web.

Pensa a una persona che naviga online come al un turista in cerca della giusta via per arrivare alla meta. Nelle strade per indicare il giusto percorso da fare esistono i cartelli stradali, nel web abbiamo i link ai siti.

 

Una breve nota sul Content Creation

Alla fine, per fare link building bisogna creare contenuti. Se non hai contenuti che valga la pena condividere, non ti sarà possibile ottenere link che il lettore voglia cliccare. Anche se stai facendo una fantastica campagna di link building, la forza dei tuoi link sta nelle persone che linkano liberamente ai tuoi contenuti.

Prova a pensare a quanti turisti potrebbero interessare cartelli stradali che indicano la strada per Buso, piccolissima località in provincia di Rovigo. Nessuno la conosce, o ne ha mai sentito parlare, o ha mai sentito di esperienze emozionanti in quel luogo. Anche se ci andasse, non ci sarebbe nulla che lo aspetta. Lascerebbe subito il paese senza mai più tornare.

Se leggi da tempo il blog di Archimedia, quello che sto per dire non ti dovrebbe sconvolgere: crea un blog che parli di te. Solo così i contenuti che crei verranno trovati e otterranno link. Quando scrivi un contenuto non puoi fossilizzarti a pensare solo a quello che scrivi, devi anche immaginare che impatto avrà sul lettore (se il lettore ci vorrà cliccare), e al piano completo di Inbound Marketing, per attirare e poi convertire le visite in leads.

Comprendere l'Anatomia di un link

Ci sono tre cose che devi sapere:

1) Anchor Text:

E’ la rappresentazione testuale del tuo link. Ad esempio, l’anchor text di agenzia di inbound marketing è "agenzia di inbound marketing," e l’hyperlink è "http://www.archimedia.it." L’anchor text è importante perché i principali motori di ricerca lo utilizzano per determinare quali keyword sono rilevanti per una pagina.

Ad esempio, se desideri posizionarti per il termine "inbound marketing", allora dovresti cercare di ottenere il maggior numero di link possibili con "inbound marketing" come anchor text. 

2) Autorità del Linking Domain: 

I link in entrata sono importanti per la SEO, perché sono un segnale per i motori di ricerca che certi siti web o pagine web sono importanti per una certa keyword. Più semplicemente, più link in entrata hai, maggiore autorità ottieni. E maggiore autorità hai, più probabilità hai di posizionarti per una determinata keyword. 

Detto questo però, non tutti i link sono uguali. Se dovessi ottenere un link da un dominio che ha a sua volta moltissimi link in entrata, come il sito di Repubblica, otterresti più autorità anche sul tuo dominio, ma con un link dal blog di mio cugino, la tua autorità non aumenterebbe. Il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di ottenere link da domini molto autorevoli. 

Quando cerchi opportunità di link building, controlla sempre l'autorità dei siti web da cui stai tentando di ottenere link. Ci sono molti strumenti online che consentono di controllare l’autorità del dominio o della pagina, tra cui l’HubSpot's link grader tool. 

Perchè i motori di ricerca tengono conto dell'autorità di un dominio? In modo da sapere quali sono i siti più affidabili, a cui tutti linkano, e quelli che invece non lo sono. Tornando alla metafora di prima, avere un link sul Blog di Sara è come trovare un cartello stradale per Londra nella piazza di Buso, la piccolissima frazione di Rovigo di cui parlavamo prima. Nessuno lo metterebbe mai.

3) La pagina del sito Web che sta ottenendo il link:

Come ho detto all'inizio del post, la maggior parte dei link in entrata che il tuo sito riceverà verrà da parte delle persone che linkano naturalmente ai tuoi contenuti. Questi collegamenti contribuiranno a migliorare l'autorità del tuo dominio nel complesso, ma sono spesso molto generici e non contengono anchor text con delle ottime keyword, o non puntano verso pagine significative.

Se vuoi fare link building mirato devi aver chiaro se il tuo obiettivo è quello di migliorare il tuo posizionamento per una keyword o di migliorare il posizionamento di una particolare pagina del tuo sito.

Pensa attentamente verso quali pagine desideri avere link. Ad esempio, se attualmente una pagina del tuo sito è la ventiduesima su Google per il termine "inbound marketing", il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di generare più link a quella pagina, sperando che contengano anchor text rilevanti.

Più i link verso una specifica pagina aumentano, più sale in posizione nei motori di ricerca.

Ottimo! Ora che sai come funzionano i link e a cosa servono, ti mancano solo gli strumenti adatti! HubSpot è il miglior software per l’ottimizzazione dei siti web. Ti affianca passo dopo passo sia con la scelta delle keyword, che con l’ottimizzazione di ogni pagina del sito e del blog, che con il delicato lavoro sul link building. Con questo nuovo video 2016 potrai scoprire come risolvere i problemi SEO del tuo sito.

New Call-to-action  

<a href="http://www.businessportal24.com/it">Businessportal24.com</a>

Topics: Lead Generation, Inbound Marketing, SEO



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.