<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
bg_blog

11 marzo 2015

Come scrivere un blog aziendale di successo

Cecilia Secco

scrivi-contenuti-blog-che-lettori-amano

Scrivere un blog aziendale di successo da affiancare al tuo sito web è un modo fantastico per connetterti con i tuoi clienti e rafforzare il tuo brand.

Molte aziende non hanno ancora pensato che un semplice blog possa essere utile per farsi conoscere oltre i limiti della propria città. Ma gli americani lo stanno facendo da tempo, e anche qui in Italia stiamo vedendo nascere i primi blog aziendali che danno consigli sull’utilizzo dei propri prodotti, e nuove idee per sfruttare al meglio gli acquisti sul sito.

La maggior parte delle aziende pensano che un blog richieda tempo, e che non valga la pena perdere tempo per decidere i titoli dei nuovi post e i testi da scrivere. Noi di ArchiMedia crediamo che queste siano solo scuse per non mettersi all’opera. È facile continuare a fare sempre le stesse cose, ma sicuramente chi inizierà prima farà meno fatica a trovare lettori e clienti.

Come si dice, chi prima arriva meglio alloggia.

Un blog aziendale per un sito web non è uno spreco di tempo. In realtà, è uno dei modi più efficaci per promuovere il business, e porta inevitabilmente a maggiori vendite, a stabilire la propria azienda come una delle principali autorità nel settore, e ti darà la possibilità di ampliare la copertura di mercato. In più, scrivere un blog è decisamente semplice. Lo fanno tutti ormai!

Ecco come scrivere un blog aziendale di successo.

 

1. I Tuoi Clienti Sono I Tuoi Lettori, Scrivi Per Loro

Un blog aziendale è completamente diverso da un blog personale. Non devi parlare di TE!!! Piuttosto parla della tua attività e dei tuoi clienti. Ricorda sempre che le persone che lo leggeranno sono clienti e potenziali clienti, quindi scrivi cose che possano essere utili a loro. Rispondi a eventuali domande che possono avere e fornisci nuove informazioni sul tuo settore. E assicurati di non avere errori banali come questi nel tuo sito aziendale, o i tuoi clienti se ne accorgerebbero subito.

2. Pianifica In Anticipo I Contenuti Del Blog

"Ora non è il momento adatto!"

"Non ho idea di cosa scrivere!"

Quanti di voi hanno utilizzato queste due frasi come scusa per non avere un blog? Siate onesti. Beh, c'è una soluzione: pianificare i post blog. Questo eliminerà ogni scusa sulla mancanza di tempo e idee. Pianificando il lavoro all'inizio del mese, potrai avere abbastanza idee per mantenere il blog in vita per settimane.

3. Non Sottovalutare Il Potere Di Un Bel Titolo

Non sottovalutare il titolo. Si ripercuote su come il post blog viene trovato nel motore di ricerca: la prima cosa che un potenziale lettore guarda, infatti, è il titolo. Avrai bisogno di una parola chiave di tipo long tail che attiri i lettori e indichi ciò di cui riguarda il post. Le long tail keyword sono composte da frasi più lunghe che gli utenti digitano nei motori di ricerca per trovare le informazioni più specifiche. Un buon modo per attirare l'attenzione dei lettori è l’utilizzo di verbi e domande.

Ad esempio, guarda il titolo di questo post: tu, lettore, scoprirai come scrivere un blog aziendale di successo. Avrei potuto utilizzare anche un titolo interrogativo come “Dovresti aggiungere un blog al tuo sito web aziendale?”

Per saperne di più leggi anche Come Scrivere Titoli Fantastici per il Blog Aziendale

 

4. Crea contenuti Costruttivi

I contenuti di valore sono il segreto di un business blog di successo. È un modo di stabilire che il tuo sito web aziendale è una delle principali autorità nel tuo settore. Inoltre, scrivere ciò che si sa è il modo più semplice di scrivere.

Se parli ai lettori e rispondi alle loro domande sui tuoi prodotti, diventeranno clienti che si fidano del tuo operato. Devono capire che sei la soluzione concreta al loro problema.

 

5. Scrivi Poco Ma Spesso

I post blog non sono dei trattati, devono essere semplici e brevi. Ad esempio potresti scrivere post lunghi tra 250 e 500 parole, ma chiaramente questa non è una regola: se ci vogliono più di 1000 parole per esporre un concetto (proprio come in questo post) sentiti libero di sforare con la lunghezza. Per quanto riguarda la cadenza, decidi una quantità di post al mese e mantieni questo ritmo. Ricorda che i motori di ricerca premiano i nuovi contenuti e il più spesso si aggiorna il blog e il sito web, meglio è.

 

6. Coinvolgi Tutto Il Tuo Team

Il blog non dovrebbe essere considerato responsabilità di una sola persona. Dai a tutti la possibilità di scrivere e condividere i contenuti del blog. E quando dico tutti intendo proprio tutti: dal Grande Capo alla Segretaria che fa le fotocopie. Il modo migliore per farlo è far ruotare i compiti mensilmente. I diversi stili di scrittura e di tono che emergeranno dal numero di persone che scrivono aggiungerà personalità e umanità. Inoltre, più gente scrive sul tuo blog, più idee avrai per i contenuti.

 

7. Lasciati Ispirare Dai Clienti

Ricorda che i clienti sono i tuoi lettori. Molte volte hanno domande specifiche, ma non basta scrivere in una sezione FAQ: rispondi alle domande scrivendo un post.

Scopri ciò che cercano quando utilizzano Google. Guarda i suggerimenti e le ricerche correlate. Trova le parole chiave. Utilizza Google AdWords o il tool di HubSpot per le keyword, che ti mostra esattamente il numero di ricerche mensili e la difficoltà di posizionamento per ogni keyword. In questo modo puoi trovare le keyword che potrebbero diventare i titoli dei post che porteranno più traffico al blog.

Come-ottimizzare-un-sito-di-Arredamento-google

 

8. Mai Sottovalutare Le Immagini

Una semplice tecnica per trasformare potenziali lettori in veri lettori è quello di aggiungere immagini. Foto, grafici, infografiche e video hanno il potere di comunicare in un modo più immediato, diverso dalle parole.

 

9. Rispondi Ai Commenti

Invita i tuoi clienti a lasciare commenti ogni volta che pubblichi contenuti. È un modo per ottenere opinioni, recensioni e reclami. Rispondi sempre ai commenti in modo educato e civile, trattali come critica costruttiva, anche se sono scortesi.

 

10. Analizza Le Performance Del Blog

Utilizza uno strumento di statistiche come Google Analytics o HubSpot per misurare le prestazioni del tuo sito web. Monitora le prestazioni del blog, quali sono i post più popolari e come arriva il traffico nel blog: attraverso ricerca organica, Social Media, traffico diretto, etc. il vostro blog etc.

Questi sono i miei 10 consigli essenziali. Se vuoi avere il quadro completo, ti consiglio di cliccare qui dove trovi un approfondimento dalla A alla Z con oltre 30 risorse gratuite a tua disposizione.

L'ulteriore cosa da sapere è che il Blog è un tassello fondamentale di una strategia più ampia che si chiama Inbound Marketing.

Guarda il video in cui Roberta, la nostra content manager, ti spiega come posizionare i contenuti in modo da arrivare primo su Google!

Guarda il video tutorial e scopri i segreti del posizionamento SEO

Topics: Inbound Marketing, Blog, Content Marketing



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.