<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
bg_blog

17 marzo 2015

Come ottimizzare un sito web di Arredamento

Cecilia Secco

vendere-online

Ti hanno mai detto qual è la strategia perfetta per capire come ottimizzare un sito web di Arredamento? Noi di ArchiMedia siamo sempre più convinti che per non sprecare l’occasione di avere una presenza online, sia necessario l’Inbound Marketing. Se non sai ancora cosa sia, leggi pure Cos’è l’Inbound Marketing? E poi potrai capire quello di cui parliamo in questo post.

Sei ancora qui? Bene. Allora iniziamo! Ecco cosa devi fare per ottimizzare un sito web nel settore dell'arredamento.

1. Studia i tuoi Buyer Persona

Studia i tuoi Buyer Persona, cioè i tuoi clienti ideali, le persone che vorresti che ti trovassero online e che potrebbero acquistare i tuoi prodotti e servizi. Più cose sai di loro e meglio è. Ad esempio dovresti sapere qual è il loro Social Network preferito, per sapere dove indirizzare i tuoi sforzi social. Poi dovresti sapere come si muovono online, e soprattutto scopri che cosa scriverebbero su Google per trovare i tuoi prodotti.

2. Trova le Keyword

Vendi mobili? Allora dovrai costruire delle pagine web che parlino di mobili e che contengano delle keyword su questo argomento, cioè delle parole chiave che gli utenti cercano nei motori di ricerca che riguardano i mobili.

Ma cosa cercano le persone su Google? Il vecchio modo per decidere per quali keywords ottimizzare il tuo sito, è comprare e utilizzare vari strumenti per la SEO (ne trovi un elenco in SEO utility: i 4 migliori tools per l'ottimizzazione dei siti web) e creare un file Excel in questo modo:

Come-ottimizzare-un-sito-di-Arredamento-excel-1

ComeottimizzareunsitodiArredamentoexcel2

Il modo più semplice e soprattutto più veloce (considera che questo lavoro dovresti farlo ogni volta che devi scegliere una nuova keyword..) sfrutta il software di HubSpot. Ad esempio vediamo quante persone cercano le keywords “mobili” e “mobili soggiorno”.

-Come-ottimizzare-un-sito-di-Arredamento-add

Su HubSpot appare questa schermata in cui digitare direttamente le keyword per cui vuoi posizionarti. Se invece hai qualche dubbio e vuoi sapere se ce ne sono di migliori, sempre riguardo lo stesso argomento, chiedi consiglio ad HubSpot cliccando su Get Suggestion.

Per la keyword “mobili soggiorno” mi consiglia di utilizzare queste altre keyword, avvisandomi per ognuna quante volte al mese viene scritta su Google in Italia.

Come-ottimizzare-un-sito-di-Arredamento-suggerimenti-

Una volta deciso quelle più interessanti, le puoi aggiungere alla lista. HubSpot farà comparire un grande schema per paragonare le keyword scelte.

ComeottimizzareunsitoArredamentoschemadihubspot

Lo schema è diviso in colonne, che esattamente da sinistra a destra mostrano:

  • Il nome della keyword
  • Le ricerche mensili. Più è un numero alto e più quella parola è ricercata, quindi se ti posizioni bene hai la possibilità di ottenere molte visite al mese. Ad esempio per “mobili bagno online” puoi raggiungere 1.600 visite al mese.
  • Il tuo posizionamento attuale per quella keyword. Ti dice se gli utenti ti trovano tra i primi risultati di Google o se risulti ancora tra le ultime pagine, e quindi hai meno probabilità che una persona clicchi per entrare nel tuo sito. Ovviamente qui vedi tutti 100+ perché noi di ArchiMedia non siamo posizionati per nessuna di queste!
  • La difficoltà di posizionarti. Questo dato dipende da quanto è forte la concorrenza per la parola che hai scelto. Ad esempio se è un keyword molto specifica e poco conosciuta, sarà più facile posizionarti perché ci sono pochi altri siti che ambiscono ad essere tra le prime posizioni per questa. Hubspot è l’unico software che ti permette di sapere con un parametro così immediato se ti conviene posizionarti per una keyword o meno. L’alternativa è il foglio excel o qualcosa di simile. Poiché è in una scala da 1 a 100, di solito conviene ottimizzare le pagine per keyword con difficoltà minore di 40.

Grazie alla funzione Set Location, puoi anche scegliere in quale stato controllare la ricerca mensile di ogni keyword e la rispettiva difficoltà. Noi per esempio ora lasciamo di default Italia. Questo ti potrebbe essere molto utile se possiedi un sito multilingua, oppure se vuoi posizionare il tuo sito in più stati diversi, oppure ancora se vuoi vendere all’estero i tuoi prodotti.

Come-ottimizzare-un-sito-di-Arredamento-set-location-per-siti-multilingua

 

3. Apri un blog

No, non parliamo di un blog vecchio stampo, quello per cui serve la password per entrare. I blog aziendali che in tutto il mondo stanno aiutando le aziende a trovare nuovi contatti e clienti sono come un contenitore di articoli (le vecchie “News”), ma costruiti con una certa strategia. Per saperne di più leggi Cos’è un blog? Cos’è un blog aziendale?

4. Scrivi i contenuti

Per ogni post (cioè per ogni pagina del blog) che pubblichi, devi focalizzarti su un solo argomento. Non parlare di te stesso e di quanto sei bravo, quello lo fanno tutti e la maggior parte delle volte non si può dimostrare che sia la verità. Ma i tuoi lettori non si possono fidare delle tue capacità in questo modo. Usa le keyword per decidere di cosa parlare, e sfrutta le tue conoscenze nel tuo settore per creare fiducia con chi ti sta ascoltando.

5. Ottimizza le pagine

Segui tutti i consigli di SEO che già conosci, oppure leggi qualche suggerimento in Ottimizza le pagine del tuo sito e Ottimizza le pagine del tuo blog. HubSpot ti può aiutare ad ottimizzare ogni particolare con la funzione “SEO view”, che ti dice esattamente gli errori che stai facendo per correggerli prima che sia troppo tardi.

cos_è_hubspot_title

Ad esempio qui mi dice che il titolo di questa pagina ha la giusta lunghezza: ok, posso andare avanti tranquilla.

cos_è_hubspot_link

E qui mi avvisa che mancano dei link: allora mi fermo subito e li aggiungo prima di pubblicare la pagina.

6. Aspetta che i nuovi visitatori ti trovino

Questi post sono come degli impiegati che lavorano 7 giorni su 7 e 24 ore su 24. Ora, quando qualcuno cercherà prodotti o servizi come quelli che offri tu, se hai fatto bene quello che abbiamo detto, ti troverà e visiterà il tuo sito.

Inoltre, qui trovi un approfondimento su come aumentare le vendite con il tuo sito web aziendale con oltre 30 risorse gratuite selezionate, che parlano di come migliorare o realizzare un sito ottimizzato per generare vendite e richieste di preventivo.

Ti starai chiedendo: beh e come faccio ora a farli diventare clienti? Fino a qui sei già a più di metà strada, leggi Cos’è la Lead Generation per completare il percorso.

Se invece vuoi approfondire gli strumenti che ti mette a disposizione HubSpot per aiutarti a arrivare primo su Google e trovare nuovi visitatori, abbiamo creato un video tutorial che ripercorre quello che hai letto, perché sappiamo che con i video è sempre tutto molto più chiaro.

New Call-to-action

 

Topics: Inbound Marketing, SEO



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.