<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
bg_blog

31 agosto 2015

Come Aumentare le Vendite con il tuo Sito Web Aziendale

Cecilia Secco

come-aumentare-vendite-online.png

Hai mai ricevuto un regalo terribile?

Una sorpresa così brutta o inutile, che non sei nemmeno riuscito a nascondere la tua delusione? Sarebbe da maleducati ammettere che non ti piace un regalo per cui qualcuno ha speso tempo per acquistare, incartare e portarti. Quindi l’unica cosa che puoi fare è ringraziare sembrando sorpreso come i bambini di Povia. 

Ma dentro di te non puoi fare a meno di chiederti:

"Perché qualcuno pensa che io abbia bisogno di una cosa del genere?"

Se non usi la personalizzazione nelle pagine del tuo sito web aziendale, questo è esattamente il tipo di domanda che riecheggia nella mente dei tuoi clienti e prospect. Se invece la utilizzi nella maniera giusta, i tuoi clienti vedranno contenuti adatti a loro, e saranno felici come bimbi la mattina di Natale. E, conseguenza da non sottovalutare, avranno più fiducia nella tua azienda perché risponde esattamente alle loro richieste e offre una soluzione che soddisfa esattamente le loro esigenze. Non a caso, uno studio mostra che le esperienze personalizzate dei clienti possono aumentare le vendite di ben il 20%.

Diamo un'occhiata ad alcuni dei modi più veloci in cui è possibile utilizzare la personalizzazione per aumentare le vendite.

1. Utilizza la segmentazione per migliorare le relazioni

La personalizzazione migliora le relazioni per il semplice motivo che le persone rispondono meglio a qualcosa adatto a loro. Proprio come usare i termini "tu" e "tuo" negli oggetti delle email aumenta il tasso di apertura, vedere il proprio nome cattura immediatamente l’attenzione, e leggere contenuti che affrontano le proprie preoccupazioni evoca sentimenti di familiarità e di apprezzamento.

La prima cosa che devi fare, quindi, è studiare attentamente i tuoi buyer persona, e capire quali sono i messaggi più adatti ad ognuno di loro. Poi dovrai creare contenuti adatti ad ognuno di loro da inserire nel sito aziendale. La tua, come la quasi totalità delle aziende, non ha un unico buyer persona, per cui il tuo sito web dovrà essere fatto in modo che ogni tipo di cliente trovi le informazioni e i messaggi adatti a lui.

Questo può essere fatto ad esempio con un software come HubSpot, che permette di creare pagine che si modificano in tempo reale in base al visitatore che si trovano davanti, e cambiare non solo i testi, ma anche le immagini, le Calls To Action, etc.

Così i visitatori del tuo sito vedranno che la tua azienda parla esattamente dei loro bisogni e delle sfide quotidiane e guadagnerà la loro fiducia. Questo si traduce non solo in vendite iniziali, ma anche in fedeltà a lungo termine.

2. Usa i dati per essere più credibile nei consigli

Perché tutti acquistano da Amazon e guardano i video su YouTube? I consigli che queste aziende danno agli utenti sono così personalizzati e azzeccati che i consumatori hanno iniziato a fidarsi di loro.

I dati consentono alle aziende di comprendere meglio i loro clienti, e fare in modo di raccomandare prodotti e servizi più allineati con i loro desideri e bisogni.

Ad esempio, supponiamo che un cliente abbia visto il tuo post blog "3 Suggerimenti per comunicare con i clienti" e poi abbia scaricato il tuo eBook "I 5 migliori modi per comunicare con i clienti online." Sulla base di queste azioni, potresti suggerirgli un secondo post blog sul perché una chat aumenta l’engagement delle persone nel sito, o una case study su come l'implementazione di un software di chat abbia diminuito i carrelli abbandonati su un ecommrce. Con il tempo potrai suggerire una demo del software e il visitatore sarà più portato a fidarsi del tuo consiglio.

3. Adatta il contenuto al canale che ha portato il visitatore sul tuo sito

Il modo in cui un visitatore raggiunge il tuo sito incide sul modo in cui vedrà la tua azienda. Non ci credi? Allora stai attento a questo esempio.

Luca è un marketing manager di una grande concessionaria di auto nel nord-est Italia. Partecipa a una fiera automobilistica, dove si ferma allo stand della tua azienda, chiacchiera con un commerciale e guarda una demo per il tuo software CRM. Incuriosito, si iscrive alla tua mailing list.

Anche Sara è una marketing manager di una grande concessionaria di auto nel nord-est Italia. Navigando in Facebook nella pausa pranzo, vede l’annuncio del tuo nuovo eBook sul marketing per i concessionari di auto. E compila un modulo per ricevere l'eBook.

Luca e Sara hanno lo stesso lavoro, nella stessa regione, per le aziende di dimensioni simili. Sono anche interessati allo stesso prodotto. Allora il loro buyer’s journey dovrebbe essere lo stesso. Ma il modo in cui ti hanno conosciuto e sono arrivati ​​sul tuo sito incide molto sulle loro azioni successive. Prendendo in considerazione come ti hanno trovato, personalizzando di conseguenza la loro esperienza, puoi aumentare le probabilità di vendita.

Ad esempio, Luca ha già parlato con un commerciale e anche guardato un demo. Il modo migliore per coinvolgerlo ora potrebbe essere quello di inviare una mail ringraziandolo per aver visitato lo stand e invitandolo a controllare le testimonianze dei tuoi clienti. Invece, il modo migliore per coinvolgere Sara, la cui unica azione è stata scaricare l'eBook, può essere invitarla ad iscriversi alla newsletter del blog, o leggere una recente case study, in modo che possa conoscere meglio il lavoro della tua azienda.

Leggi come abbiamo fatto noi di ArchiMedia a Raggiungere il Successo con il Marketing Strategico Online.

Conclusione

La personalizzazione efficace richiede di studiare i tuoi buyer personas, analizzare i dati e considerare i canali e le piattaforme che ti procurano visite al sito. Sembra molto lavoro, ma ecco come aumentare le vendite online in maniera sicura.

E non è tutto: se vuoi un aiuto concreto, leggi la guida gratuita sul software che abbiamo scelto noi e altre 15.000 aziende per aiutarci a trovare clienti online. È il migliore sia per la personalizzazione che per l’ingaggio delle persone online. Non perderti questa guida se vuoi davvero trovare clienti:

New Call-to-action

Topics: Ecommerce, Strategie Inbound Marketing



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.