<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
bg_blog

14 aprile 2020

SEO Utility: i 4 migliori tools per l’ottimizzazione del tuo sito web

Sara Finotto

seo_tools_utili_ottimizzazione_sitoQuali sono i 4 migliori tools per l’ottimizzazione del tuo sito web? Facciamo un passo indietro e partiamo dalle basi. SEO acronimo di Search Engine Optimization comprende tutte quelle attività che hanno come scopo finale l’ottimizzazione delle pagine del sito web agli occhi di Google. Questo non vuol dire che dovrai metterti tutto in tiro per attirare l’attenzione del motore di ricerca, Google premia la sostanza più che l’aspetto. 

Questo cosa significa? Che sono molte le componenti da tenere in considerazione quando si vuole ottimizzare un sito web. Prima di tutto dobbiamo gestire tutta la parte che riguarda l'ottimizzazione on-page e quindi andare a lavorare sulle informazioni della pagina che comprendono: Title Page, URL, Meta Description, H1, Body e Tag Alt delle immagini.

Se segui tutte queste regole presto arriveranno i primi risultati, la vecchia storia in cui bastava inserire diecimila keyword all’interno dell’apposito tag per arrivare tra i primi posti del motore di ricerca puoi cancellarla dalla tua mente, bisogna mettere le mani in pasta e rivoluzionare il tuo sito web e quindi carta e calamaio, anzi no, tastiera e mouse e inizia ad arricchire il tuo sito con un testo che non sia il solito chi siamo e cosa vendiamo ma che utilizzi le giuste keyword.

Guarda come facciamo noi per arrivare primi su Google

 

#1 Website Grader

Se hai già un sito web a questo punto potrai pensare che tu il sito ce l’hai ed è anche ben ottimizzato, ma se proprio vuoi esserne certo al 100% chi può analizzare tutta la tua attività online, landing page e social compresi è il marketing grader di HubSpot, se ti sei perso il post in cui ne parlavo puoi trovarlo qui->Analisi sito web facile e immediata con il Website Grader di HubSpot

website grader

Questo è uno dei milgiori seo utility per verificare la tua strategia onlina e, se hai seguito il mio consiglio ora il marketing grader ti darà una valutazione da 0 a 100 (100 è il punteggio massimo) e ti dirà quali sono le attività che sono corrette e quelle che al contrario andrebbero sistemate.

Considera questo controllo come una prima analisi per verificare l’attività di marketing online ma, se vuoi analizzare in maniera molto più tecnica il tuo sito web devi assolutamente collegare il dominio ai webmaster tool di Google e caricare la Sitemap (per Google è veramente molto importante). Se non sei tu a gestire direttamente l’aspetto tecnico chiedi alla tua  web agency.

#2 WebMaster Tool di Google

google_web_master_tools

#3 Google Analytics

Dopo esserti registrato ai Webmater tools il passo successivo è quello di capire quanto traffico ha il tuo sito e sicuramente il miglior strumento per farlo è Google Analytics.

Al suo interno potrai capire sia le sorgenti di traffico quindi quante visite ricevi da ricerca organica, traffico diretto, annunci a pagamento, social network e referral (traffico da altri siti). Perché l’analisi con analytics è importante?

È importante perché ti fornisce una percentuale di nuovi visitatori, visitatori di ritorno e tipologia di traffico. Se una bella fetta di visite nel tuo diagramma arriva da traffico diretto molto probabilmente dovrai mettere mano al sito e alla sua ottimizzazione.

analytics_seo_tools

Abbiamo detto che la parte on page è molto importante ma senza la seo off page anche se funzionale potrebbe non essere abbastanza efficace. Con la parte off page mi riferisco a tutte quelle attività esterne al sito, come quella di link building, tecnica di cui Cecilia ha parlato nel suo post-> Le migliori 8 tattiche di link-building per potenziare la SEO

Attività molto complessa, per fartela facile, il backlink è uno scambio di link e per Google vince chi ha più backlink al sito perché viene considerato autorevole, fai attenzione però perché questi siti devono essere inerenti al tuo settore, altrimenti vieni penalizzato. Come puoi scoprire quali sono i tuoi attuali backink sul sito?

Anche stavolta puoi utilizzare il marketing grader per vedere il numero totale dei backlink e un’ anteprima dei siti che hanno all’interno un link che rimanda la tuo oppure se sei uno a cui piace smanettare con il web puoi usare majestic seo ma ricorda, nella versione free non puoi vedere tutti i dettagli!

#4 HubSpot

HubSpot_screenshot

Non vuoi impazzire ma desidere tenere tutto sempre monitorato? Ti consiglio di usare un software come HubSpot, piattaforma enterprise per il marketing online che ti permette di seguire tutte le strategie del marketing da un'unica dashboard ma, soprattutto, per usarla non devi per forza essere un esperto di questo mondo fatto di tecnicismi,ti fa da guida HubSpot, in pratica ti semplifica la vita.
Vuoi vederlo in azione? Abbiamo un video tutorial per te.

 

 Guarda il video tutorial e scopri i segreti del posizionamento SEO

 

Topics: Inbound Marketing, SEO



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.