<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
bg_blog

21 maggio 2021

KPI in Marketing: cosa sono i Key Performance Indicators

Cecilia Secco

KPI-in-Marketing

Per illustrarti cosa sono i Key Performance Indicators voglio raccontarti questa storia. 

L'altra sera, quando stavo cucinando la bistecca ho dovuto usare un termometro per carne per controllare e vedere se la carne era cotta fino in fondo. In altre parole, ho dovuto cercare un indicatore per vedere come stava andando il processo di cottura.

Il marketing è abbastanza simile.

In qualità di marketer, invece di un termometro per carne, nel mio lavoro utilizzo degli indicatori chiave di prestazione (Key Performance Indicators) per misurare il successo di ogni progetto di Marketing che seguo

Di seguito, vediamo nel dettaglio che cos'è un KPI in marketing ed esaminiamo alcuni esempi di Key Performance Indicators che possono aiutarti a migliorare il tuo processo.

SOMMARIO:

Che cos'è un KPI? 
Costo di acquisizione del cliente (CAC)
Ritorno sull'investimento (ROI)
Ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS)
Marketing Qualified Lead (MQL)
Sales Qualified Lead (SQL)
Crescita dei follower
Tasso di conversione
Visitatori del sito web
Traffico Organico

Che cos'è un KPI? 

DEFINIZIONE:

Un KPI è un indicatore chiave delle prestazioni che misura il rendimento della tua azienda nel raggiungimento di un determinato obiettivo. Esistono KPI per ogni aspetto del business: finanziario, marketing, vendite o operativo.

Quindi, ora che abbiamo capito cos'è un KPI, diamo un'occhiata ad alcuni esempi.

In questo articolo, ci concentreremo sui KPI in  marketing, ma per saperne di più su come fare un'analisi di Marketing completa consulta la nostra guida definitiva .

Leggi anche: Analisi KPI e Inbound Marketing: le 5 metriche più importanti  per un'analisi KPI completa e di valore.

1. Costo di acquisizione del cliente (CAC)

Il costo di acquisizione del cliente (CAC) misura la quantità di denaro necessaria per convertire un potenziale lead in un cliente.

Questa metrica può essere utilizzata per ottimizzare le tue azioni di marketing e decidere dove dirottare il tuo investimento. Ad esempio se il CAC di un tuo cliente è molto più alto rispetto al prodotto che poi lui andrà ad acquistare, dovresti trovare canali di attrazione meno costosi. 

2. Ritorno sull'investimento (ROI)

Il ritorno sull'investimento nel marketing si riferisce alla quantità di denaro che guadagni rispetto ai costi di marketing sostenuti

Per calcolarlo, sottrai le spese di marketing dai tuoi ricavi di vendita e dividi per il costo di marketing per ottenere il ritorno sull'investimento.

Ma facciamo un esempio concreto. Ipotizziamo che una campagna di advertising ti abbia portato 300€ di vendite in totale e che l’investimento fatto in Ads fosse di 200€. 100€ sarà l’utile derivato, che diviso 200€ di capitale investito fa 0,50. In percentuale esattamente il 50%. Ciò significa che, per ogni euro investito, la campagna ha prodotto un utile di 50 centesimi.

3. Ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS)

Il ritorno sulla spesa pubblicitaria è un KPI più specifico che puoi utilizzare per determinare il successo delle tue campagne pubblicitarieQuesta metrica misura le entrate generate rispetto a ogni euro speso per una campagna pubblicitaria. Di solito è un rapporto. Ad esempio, supponiamo che tu abbia guadagnato €10 per ogni €1 speso per una campagna pubblicitaria. Ciò significa che il tuo ritorno sulla spesa pubblicitaria per quella campagna è 10: 1.

4. Marketing Qualified Leads (MQL)

Iniziamo a parlare con terminologia Inbound: il nostro pane quotidiano.

Ogni utente di cui conosci i dati (Lead) che si è impegnato con la tua azienda e potrebbe diventare un possibile cliente, noi lo definiamo Marketing Qualified Leads o MQLQuesto è un ottimo KPI da misurare perché aiuta il tuo team di marketing a capire quanti lead stanno portando.

Inoltre, rispetto ai lead qualificati per le vendite (vedi sotto ), il tuo team di marketing può misurare quanti MQL diventano SQL e quindi clienti.

5. Sales Qualified Leads (SQL)

Se un MQL viene coltivato correttamente, alla fine diventa un lead qualificato per le vendite o SQLUn SQL è un potenziale cliente pronto a parlare con qualcuno del tuo team di vendita.

Di solito, questi contatti sono stati studiati e controllati dal reparto marketing e definiti da loro come contatti "caldi" pronti all'acquisto. 

Ancora una volta, questo KPI è utile perché può aiutare il tuo team di marketing a capire quanti dei loro lead stanno parlando con il tuo team di vendita.

6. Crescita dei follower

In qualità di marketer, uno dei tuoi compiti potrebbe essere quello di gestire gli account dei social media per la tua azienda. Se lavori nel team social, un utile KPI da monitorare è la crescita dei follower.

Molto probabilmente uno degli obiettivi del tuo team di social media è aumentare la consapevolezza del marchio e interagire con il tuo pubblico. Aumentare i tuoi follower è un ottimo modo per misurare il successo per questi obiettivi.

Per aumentare la tua base di follower, potresti prendere in considerazione l'idea di eseguire campagne sponsorizzate. 

Come si struttura una strategia Social innovativa? E soprattutto come declino i consigli che mi danno tutti nella mia azienda?
Leggi la guida scritta per le aziende. 

7. Tasso di conversione

Il tasso di conversione è la percentuale di visitatori che completano un'azione desiderata. L'azione desiderata potrebbe essere qualsiasi cosa, dalla compilazione di un modulo online all'iscrizione a un servizio o all'acquisto di un prodotto.

Questo è un KPI utile da monitorare perché può farti sapere quanto sei riuscito ad attirare lead.

Ad esempio, se l'azione desiderata era la compilazione di un modulo web, la misurazione del tasso di conversione potrebbe farti sapere che la tua pagina web non sta convertendo molti lead. In tal caso, potresti iniziare a ripensare alla tua strategia.

8. Visitatori del sito web

In qualità di marketer, l'obiettivo principale è attirare le persone verso la tua azienda. Uno dei modi migliori per farlo è attirare i visitatori del sito web. I visitatori del sito web sono un KPI importante perché potrebbero monitorare il successo di diverse campagne.

Ad esempio, se stai monitorando il traffico web organico, misurerai l'efficacia delle tue azioni di SEO.

D'altra parte, se stai monitorando i visitatori web dai social media, potresti utilizzare i visitatori web per vedere quanti referral il tuo team social invia al tuo sito.

C'è un dilemma che affligge tutte le aziende: come porto traffico al mio sito? Meglio investimento in campagne pubblicitarie o affidarsi alla Search Engine Optimization costruendo un blog e un sito ottimizzato? Se esiste una risposta, la trovi qui dentro: SEO SEM: avversari o alleati per generare traffico sul sito? 

9. Traffico organico

È importante misurare il successo dei tuoi sforzi SEO. Per fare ciò monitorerai il KPI del traffico organico e il rendimento delle parole chiave. Con uno strumento SEO, puoi vedere il posizionamento della tua azienda sui motori di ricerca per determinate parole chiave.

Noi oltre alle dashboard native di Hubspot usiamo SeoZoom!

Leggi anche: Come fare SEO per arrivare primi su Google senza pagare un euro. 

 

Adesso che hai le idee chiare su tutto quello che è necessario misurare per verificare la bontà di una Strategia di Digital Marketing è arrivato il tempo di dare uno slancio alla tua azienda con un progetto di Inbound Marketing! Unisciti agli oltre 11.000 Imprenditori e Marketing Manager che l'hanno già fatto e scopri subito come rivoluzionare il tuo business con una Strategia di Inbound Marketing, scarica ora la guida gratuita.

scarica la guida inbound

Topics: Inbound Marketing



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.