bg_blog

02 marzo 2015

Aumentare visite al blog: come superare il blocco dello scrittore

Cecilia Secco

Aumentare_visite_al_blog_come_superare_il_blocco_dello_scrittore_intro

Vuoi Aumentare visite al blog? Tutti coloro che possiedono un blog devono affrontare lo stesso problema: la continua creazione di nuovi contenuti da far leggere ai vostri visitatori. Ma sono sicura che non sia facile per nessuno. Ci sono molte difficoltà, oggi parleremo della più complessa e la più diffusa: il blocco dello scrittore. 

I contenuti nuovi servono per:
  • Riportare persone a leggere le vostre idee
  • Condividere consigli
  • Aumentare visite blog
  • Aumentare pubblico.

Il blocco dello scrittore? Ne abbiamo sofferto tutti. Sia chi scrive una volta ogni tanto, sia chi scrive tutti i giorni, sia chi ama, sia chi odia la creazione di contenuti: tutti abbiamo provato sulla nostra pelle questo nemico della produttività.

E non è solo una frustrazione che puoi ignorare. Se anche tu ti occupi di inbound marketing, sei abituato a dover creare contenuti con solo un momento di preavviso. Se ad esempio sei un copywriter, anche il tuo posto di lavoro dipende dai contenuti che scrivi. Perché i contenuti sono fondamentali per l’inbound marketing, sono la sua anima. Senza contenuti nessuno verrebbe più a leggere il tuo blog ad esempio, nessuno ascolterebbe i tuoi consigli. E non avrai più possibilità di linkare al tuo sito, alle tue landing page, senza contenuti non esisterebbe più il web o nessuna strategia inbound.

Allora cosa fare se si è afflitti dal blocco? Non smettere di scrivere contenuti per aumentare visite al blog!

Le 10 cause del blocco dello scrittore, e come superarle

Problema # 1: Non so cosa scrivere.

Ripiega sul calendario editoriale, dove avrai sicuramente argomenti arretrati di cui parlare. Potresti anche rivolgerti ai commerciali della tua azienda, o al servizio clienti, e chiedere loro di dirti alcune domande frequenti dei clienti.

Problema # 2: Non so come affrontare questo tema.

L'argomento non è abbastanza specifico. Definisci il titolo per capire che cosa significa realmente. Non deve suonare bene adesso, potrai affinare le parole o le espressioni in un secondo momento. Basta che ti assicuri che sia chiaro, preciso, e che dica esattamente ciò di cui tratta il contenuto.

Problema # 3: Non sono in vena di scrivere.

Utilizza il trucco del portatile. Scollega il tuo computer portatile e vai in una stanza tranquilla, priva di distrazioni. La sfida è completare il post blog prima che si esaurisca la batteria: molte volte la competizione con se stessi migliora la situazione e dà buoni risultati.

Problema # 4: Non riesco a trovare le parole.

Scrivi come parli. Il contenuto deve essere privo di gergo specifico e di espressioni adatte solo al business. Se scrivi come parli, sarà più facile sia scrivere, che leggere ciò che hai creato. Ma mi raccomando, non scrivere come pensi: i nostri cervelli sono sempre confusi e disordinati! Filtra il tuo flusso di pensieri con la ragione e la logica, poi scrivi.

Aumentare_visite_al_blog_come_superare_il_blocco_dello_scrittore_ispirazione

Problema # 5: Non riesco a scrivere un intro.

Non c'è niente di più intimidatorio di un foglio bianco senza uno schema: se il tuo problema è l'introduzione, inizia a scrivere o delineare i contenuti, e compila l'introduzione solo successivamente. E ricorda la formula per una buona introduzione: Identifica il problema, scrivi quali sono le conseguenze negative che porta, e spiega come verrà affrontato nel contenuto.

Problema # 6: Non posso usare esempi per sostenere i miei contenuti.

Sfrutta le conoscenze e l'esperienza di altre persone per migliorare e completare i tuoi contenuti. Chiedi cosa ne pensano le persone nella tua azienda e ascolta il loro punto di vista: una prospettiva diversa può mostrarti un mondo completamente nuovo.

Problema # 7: Mi distraggo sempre.

Non è necessario "spegnere" Internet, ma esci dai social media, da app di messaggi istantanei come WhatsApp, dalle e-mail. Internet è importante per la ricerca e per piccole pause, ma la natura real-time degli altri strumenti rendono troppo facile la distrazione.

Problema # 8: Qualcuno mi ha interrotto, e ora non riesco a ricominciare.

Nessuno interrompe i tuoi incontri se non è stato invitato, giusto? Allora devi risultare occupato e irreperibile mentre scrivi, come quando sei ad un meeting. Se per te la creazione di contenuti è importante come una riunione a porte chiuse, gli altri inizieranno a rispettare i tuoi confini. Se possibile, cerca di trovare uno spazio di lavoro privato con poco rumore di sottofondo.

Problema # 9: Non so nemmeno da dove cominciare.

Dividi il tuo progetto in blocchi più piccoli e più gestibili. Poi non ti resta che capire quanto tempo ti servirà per completare ogni parte, e in che ordine devi procedere. Prova ad affrontare un paio di piccoli progetti prima di iniziare ad un ritmo sostenuto e sentire la soddisfazione di aver cancellato i primi elementi dalla lista.

Problema # 10: Non sono qualificato per scrivere questo argomento.

Ci sono lettori di tutti i livelli, e puoi utilizzare la tua conoscenza per insegnare agli altri che sono appena agli inizi. Se vuoi fare un passo alla volta, intervista gli esperti nel tuo campo. Basta essere umili e onesti su ciò che si conosce, e cosa non si sa ancora. Ricorda: Sei abbastanza bravo, sei abbastanza intelligente, e puoi farcela!

Per avere il quadro completo sul Blog, ti consiglio di cliccare qui dove trovi un approfondimento dalla A alla Z con oltre 30 risorse gratuite e utilissime a tua disposizione.

Ora corri a scrivere qualcosa, non perdere altro tempo! Quando avrai finito, ti consiglio di leggere la nostra guida sull’Inbound Marketing, per trovare una strategia per sfruttare ciò che hai scritto e trovare nuovi clienti online grazie ai tuoi contenuti.

scarica la guida inbound

 

 Credit Image to matryosha e Alan Cleaver

Topics: Inbound Marketing



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.