<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
bg_blog

10 settembre 2021

SEO Marketing e Marketing dei Contenuti: la coppia perfetta

Roberta Paulon

SEO-Marketing-Marketing-dei-Contenuti

Parliamo di SEO riferendoci all’insieme di tecniche finalizzate all’ottimizzazione delle pagine Web per i motori di ricerca. È proprio grazie alla SEO che le pagine hanno visibilità. Il SEO Marketing è una branca del Marketing digitale che parte proprio dalla consapevolezza di questa visibilità e cerca di entrare in contatto con il visitatore veicolando un messaggio.

La SEO è una disciplina complessa che abbiamo introdotto qui: SEO Cos'è: la Search Engine Optimization e l'Ottimizzazione. Conoscerne e applicarne le tecniche permette di rendere visibili le pagine ma anche di comprendere meglio i desideri dell’utente e analizzare gli interessi dei buyer persona. Per comprendere meglio ancora questo approccio di Marketing bisogna avere familiarità con il concetto di keyword, quindi come prerequisito leggi anche questo articolo: Qual è il vero significato di una keyword).

 

Cosa significa fare SEO Marketing

Quello che è interessante è che la SEO non solo può, ma dovrebbe ispirare i contenuti di Marketing in un rapporto come quello tra la stella polare e i marinai. La stella polare è la SEO e i marinai-content editor sanno che lì possono trovare un punto di riferimento.

 

In altre parole, l’obiettivo del Marketing è creare contenuti che risultino interessanti per il proprio target in modo da spingerlo a compiere un’azione come lasciare i propri dati su un form oppure cliccare sul pulsante “acquista”, “richiedi” o “ordina”.

 

Il mestiere di capire quale contenuto di marketing può piacere di più all’utente target richiede un grande sforzo di empatia e di creatività ma una strategia di creazione di contenuti che punta solo su queste due soft skill non può essere sufficiente. Per questo, di solito ci si appoggia ad analisi del target basate su interviste o sondaggi ma ciò richiede lunghi tempi di realizzazione e di elaborazione dei risultati.

Una faticaccia. La buona notizia è che c’è una strada più rapida, semplice e anche più efficace per creare una Buyer’s Journey, trovando gli argomenti giusti che sicuramente interessano gli utenti target: l’analisi delle keyword digitate su Google (o su YouTube).

Con una analisi delle keyword si possono scoprire in modo scientifico quali sono i reali interessi dei buyer persona in relazione al tuo prodotto o servizio e si può comprendere a che livello del buyer’s journey si trova ad esempio se è in fase di consapevolezza (Awareness), di confronto (Consideration stage) o se è in fase decisionale sull’acquisto (Decision stage).

L’analisi delle keyword offre una vista privilegiata sui reali interessi dei potenziali clienti e su ciò che veramente sposta le loro decisioni al momento dell’acquisto.

Esempio: come creare una strategia di contenuti partendo dalla keyword research

Immaginiamo ad esempio che tu venda erogatori per l’acqua, cioè dispositivi da collegare alla rete idrica che erogano acqua microfiltrata, fredda o calda, liscia o frizzante direttamente utilizzando e affinando l’acqua del rubinetto. Il viaggio del cliente potrebbe essere sviluppato in quest’ordine:

Domande in Awareness:

  • Come ridurre il consumo di plastica?
  • Si può bere l’acqua del rubinetto?
  • Meglio l’acqua in bottiglia o quella del rubinetto?

Domande in Consideration:

  • Cos’è la microfiltrazione?
  • Come funziona un erogatore/depuratore d’acqua?
  • Dove si installa un erogatore? Quanto spazio ci vuole?
  • Meglio microfiltrazione o osmosi inversa?

Domande in Decision:

  • Dove acquistare un erogatore/depuratore?
  • Quali sono i rivenditori di erogatori a Rovigo?
  • Quanto costa un erogatore/depuratore d’acqua?

Questo è il viaggio logico tipico di un utente interessato a risolvere un problema o raggiungere un obiettivo: in questo caso un utente con una sensibilità ambientale che vuole ridurre il proprio impatto e fare scelte più consapevoli sull’acqua che beve.

Se ora verifichi questi argomenti con un tool per la keyword research (come Seozoom, Semrush, Ubersuggest) scoprirai che ciascuno di questi argomenti è collegato appunto a parole chiave.

Ora, la tua strategia di contenuti per il marketing è praticamente fatta: ti sarà sufficiente creare pagine ottimizzate in modo da comparire tra i primi risultati quando gli utenti digitano quelle domande che abbiamo appena elencato qui sopra.

Per ciascun argomento sceglierai le keyword che con maggiore traffico e minor difficoltà di posizionamento e, pubblicando con regolarità i tuoi contenuti ottimizzati, attirerai traffico alle tue pagine intercettando proprio i tuoi potenziali clienti target.

 

Prossimo step: Creare e Ottimizzare i contenuti

La SEO comprende tre macroaree: la SEO tecnica, la SEO On Page e la SEO Off page.

Per la prima, la SEO tecnica, necessiti di programmatori esperti oppure di piattaforme che ti permettono di creare pagine da template che già rispondono alle best practice necessarie ad ottenere un buon posizionamento da Google.

La Seo Off Page è un’insieme di azioni che si possono fare off line pe dare maggiore autorevolezza al sito. Di quest’area fa parte la ricerca di backlink.

Sulla SEO On page si può fare molto, anzi moltissimo. I contenuti delle pagine possono essere ottimizzati con semplici attività che permettono all’algoritmo di Google di comprendere chiaramente qual è il tema della pagina e farlo apparire tra i primi quando gli utenti digitano le chiavi di ricerca.

I fondamentali della scrittura SEO sono questi:

  • Struttura del testo ordinata, divisa in paragrafi (uso degli H2 e H3)
  • Uso ragionevole delle keyword nel testo
  • Immagini con Alt Text ottimizzato

Vuoi approfondire il tema "Come scrivere in ottima SEO?", leggi ulteriori informazioni qui: Scrittura SEO oriented per arrivare primi su Google.

In conclusione, SEO e Marketing dei contenuti dovrebbero sempre lavorare fianco a fianco.

Il mondo dell'ottimizzazione delle pagine web è vastissimo. Questo è solo una parte. Arrivare nelle prime pagine di Google con i contenuti richiede uno studio e un aggiornamento costante.

Per questo trovi qui sotto la guida aggiornata con le nuove best practice richieste da Google. Clicca qui sotto per ricevere la tua copia.

scarica guida SEO

Topics: Content Marketing, SEO



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.