<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Blog Inbound Marketing Italia

15/02/19 9.49

Il Viaggio dell’Eroe: fare Storytelling nelle Pagine “Chi Siamo”

Autore: Lorenzo Dalla Dea

Seguimi su:

storitelling-about-us2

C’era una volta la vecchia pagina “chi siamo”, popolata per lo più da leader di mercato, know how ed esperti del settore. Questa immancabile sezione di ogni sito era spesso sottovalutata e quindi priva di contenuti davvero utili o interessanti. Più passava il tempo, più questa pagina veniva trascurata, fino a diventare poco più che inutile!

E tu, hai mai pensato a cosa suggerisce la tua pagina “about us”? Cosa racconta di te o della tua azienda? È davvero utile per catturare l’interesse dei tuoi Buyer Persona?

Ma soprattutto, è possibile renderla più interessante?

A cosa serve la pagina chi siamo

La pagina “chi siamo” (come suggerisce Cecilia in questo post sul restyling del sito) è una delle più visitate dagli utenti. In un mercato dove la concorrenza è tanta, e spesso la comunicazione delle aziende è piatta e poco innovativa, questa parte del tuo sito potrebbe aiutarti a convincere il tuo pubblico target.

Chi è intenzionato ad acquistare i tuoi prodotti o servizi capita su questa pagina quasi il 90% delle volte, in cerca di una motivazione in più che lo convinca di aver trovato l’azienda che fa al caso suo. Vuole capire i suoi valori e il suo impegno. Insomma, cosa c’è dietro il puro valore economico di ciò che vende.

 

Come NON dovrebbe essere la pagina chi siamo?

Ecco come invece viene spesso gestita la sezione “chi siamo” ancora oggi:

  • come un lungo e anonimo curriculum delle esperienze raccolte dall’azienda, una sterile elencazione cronologica di eventi che poco aggiungono ai tuoi prodotti e servizi.

  • come un’antipatica autocelebrazione dei propri risultati, come accade con i già citati leader di settori (se tutti sono leader, chi è veramente il migliore?).

  • come un manuale di burocratese, pieno di paroloni tecnici che le persone casomai non riescono nemmeno a capire.

È abbastanza evidente che questi tipi di contenuto sono inutili perché difficilmente possono offrire qualcosa di utile ai tuoi Buyer Persona.

 

Il Viaggio dell’Eroe

La teoria del viaggio dell’eroe rappresenta la struttura base per eccellenza usata nella narrazione. È uno schema ricorrente, seguito per elaborare trame più o meno complicate di racconti e film. Hollywood la conosce bene, tanto che, se analizzi la gran parte delle sue trame cinematografiche, potrai constatare che condividono (con le opportune sfumature) molti elementi in comune.

Questa teoria (schematizzata per la prima volta da Chris Vogler) è chiamata viaggio dell’eroe proprio perché rappresenta la sequenza tipo di avvenimenti che accompagnano il protagonista di una storia dall’inizio alla fine della sua avventura:

  1. Per prima cosa, il protagonista sente un richiamo all’avventura, che lo spinge ad allontanarsi dalla sua solita routine;

  2. Poi avviene l’incontro con una figura guida, che lo convince ad abbandonare le vecchie abitudini e ad intraprendere un viaggio verso una realtà nuova ed ignota;

  3. Ecco poi che il nostro eroe arriva ad incontrare nemici, ostacoli, amori, alleati e nuove sfide;

  4. Si susseguono battaglie su battaglie, fino ad arrivare allo scontro finale;

  5. Il tutto si conclude con la vittoria del protagonista e il ritorno a casa.

 

Fare Storytelling nella pagina "chi siamo"

Perché questa digressione sulla narrazione? Il viaggio dell’eroe è tuttora usato come schema di riferimento per fare storytelling e per elaborare la strategia comunicativa di un’azienda, online e offline.

In tal senso il viaggio dell’eroe applicato allo storytelling può essere l’arma perfetta per raccontare il nostro brand e aiutare un visitatore del sito ad immedesimarsi nella nostra storia e nei nostri valori. Adesso, prova ad immaginare come potresti usare tutto ciò per la tua pagina “about us”

ATTENZIONE: non sto dicendo che la tua pagina “chi siamo” debba sembrare un racconto di fantascienza o di avventura, ma potresti comunque prendere ispirazione da quanto ti ho raccontato per rendere la pagina più emozionale e coinvolgente agli occhi del lettore.

Racconta la tua storia

Perché fai quello che fai? Come sei arrivato ai risultati che hai ottenuto nel tempo. Quali difficoltà hai trovato lungo il cammino? È il caso di dire che ciò che conta è il viaggio, non la destinazione. È proprio qui che il viaggio dell’eroe potrebbe trovare terreno fertile. Racconta da dove sei partito, quali ostacoli hai incontrato lungo il cammino, gli ostacoli incontrati e come sei arrivato ai traguardi prefissati. Questo creerà un legame empatico con il lettore.

Abbasso l’impersonalità

Quando si rivolge alla tua azienda, il tuo pubblico target non vuole comunicare con un’entità astratta. Dai quindi un volto agli eroi della tua storia. Mostra chi sei e chi lavora con te (con foto e video)! In questo modo sarà più facile per le persone darti fiducia.

Inserisci delle recensioni

Se le tue parole e la tua faccia non dovessero bastare, puoi sempre invocare l'aiuto dei tuoi alleati! Inserisci recensioni (testuali o video) delle persone o aziende che sono rimaste soddisfatte dall'esperienza avuta con te. La riprova sociale è una delle armi di persuasione più efficaci.

Differenziati dai competitor

Basta dire che sei il leader del mercato! C'è un altro modo per vincere sui competitor. Anziché metterti su un piedistallo, prova a spiegare cosa ti distingue dagli altri, qual è il valore aggiunto della tua offerta e perché chi visita il tuo sito dovrebbe scegliere te.

Se vuoi imparare a comunicare con i tuoi potenziali clienti in modo vincente, inizia dando forma alla tua strategia Inbound. Scarica la guida gratuita all'Inbound Marketing!

clicca-scarica-guida-inbound

Topics: Comunicazione Persuasiva, Content Marketing