<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
bg_blog

06 novembre 2020

SWOT analisi: oltre le indicazioni per usarla nel Marketing

Cecilia Secco

SWOT-analisi

Chiamatela come volete: analisi SWOT, SWOT analysis, matrice SWOT, tabella Strengths, Weaknesses, Opportunities e Threats. Prima di iniziare un nuovo progetto di marketing per la vostra azienda dovete pensare di analizzare la situazione interna ed esterna alla vostra azienda e al prodotto (o servizio) che vendete.

Perché dico questo? Oggi vi voglio spiegare qualcosa che non viene MAI detto quando si tratta di SWOT analisi, e che va ben oltre il semplice “cos’è l’analisi SWOT?” e “perché devi usarla?” che si trovano ovunque online.

Abbiamo seguito decine e decine di aziende in settori estremamente diversi i questi ultimi anni. Quando conosciamo una nuova azienda che vuole creare una strategia per vendere, ci rendiamo conto velocemente se il progetto sta in piedi o è destinato a fallire.

Per l’ideatore del progetto, invece, è sempre più difficile capire i problemi e le insidie che si possono nascondere dietro alla sua idea geniale, che non vede l’ora di promuovere e mostrare a tutti.

 

Perché è sempre più facile risolvere i problemi degli altri.

 

Proprio in questo momento è fondamentale fare l’analisi SWOT, e capire se e cosa potrebbe essere un problema che blocca il progetto, in un futuro prossimo o remoto.

Ti consiglio di fermarti un secondo e metterti davanti a un foglio bianco, possibilmente con qualcuno di esterno al tuo progetto. E iniziare a scrivere.

 

Come usare la SWOT analisi nel marketing

Ti vengono richieste 4 cose diverse in una tabella:

Strengths o Punti di Forza: tutti gli elementi interni alla tua azienda che sono utili a raggiungere il tuo obiettivo.

Ad esempio

  1. Una forte brand awareness
  2. Risorse che i concorrenti non hanno (possono essere materiali, come risorse prime, o intellettuali, come dati o informazioni)
  3. Tecnologie protette (come brevetti)
  4. Una geolocalizzazione strategica
  5. Parco clienti fidelizzato

 

Weaknesses o Punti di Debolezza: tutti gli elementi interni alla tua azienda che sono dannosi per raggiungere il tuo obiettivo

Se i punti elencati sotto non sono tra i TUOI punti di forza, ma tra quelli dei tuoi concorrenti, probabilmente dovrai inserirli nei tuoi punti di debolezza.

 

Opportunities o Opportunità: condizioni esterne utili a raggiungere l'obiettivo

Threats o Minacce: condizioni esterne che potrebbero essere dannose per il raggiungimento dei tuoi obiettivi

Cosa si intende con “condizioni esterne”? Sono tutti quei fattori non controllabili dalla tua azienda, perché conseguenza del mercato o della società esterna, ma che possono farti guadagnare un posizionamento di vantaggio rispetto ai competitors. Alcuni esempi potrebbero essere componenti

  1. politici
  2. sociali
  3. economici
  4. tecnologici

Ovviamente, non tutti i componenti che andrai a individuare hanno lo stesso impatto nella tua strategia, quindi ti consigliamo di dare un peso diverso, anche solo con un numero (ad esempio da 1 a 3 dove 3 è il peso massimo) per capire quali sono le leve su cui puntare maggiormente e quali problemi vanno risolti in maniera più veloce.

 

Come fare la SWOT analisi per la tua azienda

Come la facciamo noi? Analizziamo il mercato e il processo di vendita dell’azienda, cercando di capirne vantaggi e punti deboli, in un brainstoming iniziale, ancora prima di partire con il progetto. Vuoi analizzare il tuo progetto prima di iniziare una strategia di marketing? Sentirci ti sarà utile, richiedi un incontro o una call qui >>

 

I nostri consigli sulla SWOT analisi

Attenzione però: questo non significa che se hai già iniziato un progetto sia troppo tardi.

Come dice il nostro amico Walter Klinkon: “Fatto è meglio che perfetto”. 
Sfrutta questo istante come il momento giusto per migliorare.

Siediti.

Trova le tue Strengths, Weaknesses, Opportunities e Threats.

Fatti aiutare. Meglio se condividi questa riunione con un team cross-funzionale ad esempio un CFO, un commerciale, un responsabile della produzione.

Falle vedere a qualcuno di esterno alla tua organizzazione, meglio se un esperto di marketing 😉

Migliora il tuo progetto.

Ricomincia da capo.

Vuoi un consiglio per sapere da dove partire? Abbiamo scritto un’intera guida su quello che potresti aver dimenticato sul tuo sito web, che nel 99% dei casi è il cuore della strategia marketing. Scaricala subito e inizia da qui.

New Call-to-action

Topics: Strategie Inbound Marketing



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.