<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
bg_blog

24 giugno 2016

Come creare un blog di successo? Ecco 4 consigli.

Sara Finotto

blog-di-successo.png

Se vuoi avere successo online devi avere un... blog di successo! Il blog deve essere il tuo migliore amico. Dovrai passare molto tempo con lui, tenerlo costantemente sorvegliato e nutrirlo almeno una volta a settimana con nuovi articoli. I post che puoi scrivere sul tuo blog assumono un taglio diverso in base al contesto in cui viene inserito, se sei un’azienda, il blog deve essere ricco di contenuti utili mentre, se è un blog personale -o meglio un diario più che un blog- puoi decidere di utilizzare un tono e una linea editoriale totalmente diversa.

Se scegli di aprire un blog per il tuo sito web aziendale come anticipato prima dovrai prepararti a seguirlo costantemente per avere successo. Questa sezione è l’unica ad avere contenuti sempre freschi, ottimi per chi vuole posizionarsi su Google. Ecco svelato il motivo per cui devi avere il blog, chi lo ha può moltiplicare il  numero delle pagine del proprio sito e può costruire contenuti mirati per attirare nuove visite.

Un sito vetrina, con le classiche sezioni standard, non ha tutte queste possibilità! Ma attenzione, curare un blog non è un gioco da ragazzi e scrivere per ottenere successo non è facile ma con qualche trucco si può scalare la cima dei risultati di Google!

1. Prima di aprire un blog, definisci il tuo target 


Il primo step di una qualsiasi strategia è la creazione dei buyer persona, ovvero la rappresentazione generalizzata del tuo cliente ideale. Studiare in modo preciso chi sono le persone che leggono il tuo blog o che potrebbero diventare i tuoi lettori, ti permette di capire esattamente gli argomenti di cui devi parlare e potrai impostare diverse componenti base, come il tono di voce da utilizzare per ogni tuo testo. Vuoi approfondire meglio il discorso del buyer personas? Clicca qui.

2. Crea contenuti originali, approfonditi, ma soprattutto utili


Google è molto attento, penalizza i contenuti che sono originali lasciandoli scivolare sempre più in basso nei risultati delle ricerche, non a caso se uccidi qualcuno il miglior posto per non farlo trovare da nessuno è la seconda pagina dei risultati di Google. Per creare contenuti originali, devi trovare delle idee uniche e un approccio innovativo al tipo di contenuto: porta alla luce il tuo punto di vista, dai dei consigli, offri qualcosa in più che gli altri non danno.

Se quello che scrivi si può trovare anche altrove, allora non è originale e, dato che le aziende sottovalutano questo strumento perché non arrivare primo sorpassando così la concorrenza? Più sarai utile con gli articoli del tuo blog e più alta è la probabilità di conversione al tuo sito.


Per avere il quadro completo sul Blog, ti consiglio di cliccare qui dove trovi un approfondimento dalla A alla Z con oltre 30 risorse gratuite a tua disposizione.

3. Sfrutta tutte le tecniche di psicologia del Marketing, a partire dalla persuasione


Il tuo obiettivo è far sì che il visitatore, dopo aver letto l’articolo torni sul tuo sito o ancor meglio si converta per ricevere informazioni/consulenze.
Per arrivare a questo punto, dovrai utilizzare delle tecniche ben precise ad esempio cerca di strutturare il testo in modo che alla fine ci sia sempre un invito all’azione. Più sarai convincente all’interno del post e maggiori saranno le chance per ottenere una conversione.

Tra le formule più utilizzate all’interno dei testi c’è la riprova sociale poiché, se ci accorgiamo che altre persone hanno già utilizzato quel prodotto/servizio siamo molto più propensi all’acquisto. Esistono altre tecniche di persuasione ma di quelle abbiamo già parlato nel precedente articolo, che puoi leggere qui.


4. Crea i tuoi contenuti per attirare potenziali clienti e ottimizzali per posizionarli su Google


È molto difficile avere successo online se il tuo sito non si mette in mostra, per questo devi ottimizzarlo
, per riuscire a raggiungere le prime posizioni di Google e attirare nuove visite che potrebbero trasformarsi in clienti.

Vediamo quali sono le tecniche per ottimizzare al meglio i tuoi articoli:

  • Crea un URL ottimizzato per le ricerche (se i tuoi clienti cercano “caldaie a condensazione” ripetilo anche nell’indirizzo web del sito)
  • Scrivi un titolo interessante che attiri sia i tuoi potenziali clienti che i motori di ricerca.
  • Usa la keyword anche all’interno del testo (non ripeterla più di 5 volte)
  • Usa un linguaggio informale, sii comprensibile e non usare parole troppo complicate.
  • Dividi in paragrafi il tuo testo, non scrivere un poema senza suddivisioni, in questo modo aiuterai il visitatore nella lettura.
  • Cita gli autori delle immagini che usi e inserisci la keyword anche nell’alt text (il nome dell’immagine)
  • Se hai più articoli che parlano dell’argomento cerca di inserire dei link all’interno del testo.

Se non sei un esperto nell’ottimizzazione SEO, questo articolo può aiutarti!

Curare un blog è molto facile se utilizzi uno strumento in grado di aiutarti in tutti i vari step, dalla creazione, alla ricerca delle parole chiave da inserire nel titolo, fino ad arrivare all’ottimizzazione!

Guarda come facciamo noi di ArchiMedia per creare i contenuti, ottimizzarli e aumentare sempre di più il numero dei nostri iscritti al blog in modo semplice! Guarda subito il video, ti presentiamo il software HubSpot!

Tutorial Contenuti HubSpot

Topics: Blog, Content Marketing



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.