<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
bg_blog

08 agosto 2017

8 semplici consigli SEO che anche tu puoi usare

Cecilia Secco

8 semplici consigli SEO che anche tu puoi usare

L’ottimizzazione per i motori di ricerca potrebbe sembrare complicata, ma tutte le aziende possono seguire semplici suggerimenti SEO per aumentare il ranking del proprio sito. Migliorando le componenti delle pagine e utilizzando piattaforme di analisi SEO, potrai utilizzare in maniera semplice le stesse tecniche e gli stessi tool degli esperti. Qui troverai alcuni trucchi e alcuni consigli da mettere subito in pratica, anche se non sei un guru SEO.

8 semplici consigli SEO

 

1.Trova le keyword

La ricerca delle keyword è fondamentale per iniziare, ma non devi essere necessariamente un guru SEO per sapere quali usare. Usa tool gratuiti come SEM Rush o keywordtool per cercare le potenziali keyword connesse ai tuoi prodotti e servizi o agli argomenti che potrebbero interessare ai tuoi potenziali clienti. Sebbene ci sia un limite giornaliero, SEM Rush è utile per vedere le statistiche di ricerca mensili di ciascuna keyword. Puoi anche consultare una lista di keyword correlate per creare le frasi dei tuoi contenuti.

Inoltre, gli esperti SEM usano dei tool per cercare i loro concorrenti, utilizzando la funzione Domain vs. Domain. Inserisci il dominio del tuo sito e quello di un tuo concorrente, seleziona il tipo di keyword che vuoi cercare, simula una ricerca organica e vedrai un confronto dei vari siti in base alle keyword, alla posizione dei risultati delle pagine nel motore di ricerca e molto altro ancora. Una volta capito se sarai all’altezza della concorrenza, potrai decidere la tua strategia marketing e di contenuto.

Noi abbiamo deciso di utilizzare HubSpot per ricercare le keyword, perché oltre che mostrare il numero di ricerche mensili informa anche chi dovrà scrivere i contenuti di quali sono le keyword che convien utilizzare dal punto di vista della concorrenza. Guarda in questo video come facciamo.

 

2.Utilizzale nelle parti più importanti della pagina

Conosciuta come on-page SEO, l’ottimizzazione di alcune parti specifiche delle pagine web è la chiave per aumentare il ranking. Focalizzati sugli elementi della pagina, come:

  • Il titolo
  • La meta description
  • I tag H1, H2, H3
  • L’URL
  • I testi collegati alle pagine del tuo sito.

Assicurati di usarle in questi elementi in modo che i tuoi contenuti siano considerati rilevanti. Un modo per assicurarti di fare un buon lavoro nell’on-page SEO è quello di non assumere un esperto SEO, ma utilizzare alcuni tool come HubSpot che ti autano nella scelta delle keyword e ti avvisa quando non sono presenti nel posto giusto o nella quantità migliore, per evitare anche penalizzazioni. Guarda in questo video come ti aiuta HubSpot a ottimizzare una pagina anche senza un esperto SEO nel team di marketing.

 

3.Automatizza i post social

L’automatizzazione è un altro aspetto che rende la vita dei SEO molto più semplice. Spesso i post social vengono programmati in anticipo in modo da tenere il passo e avere un calendario editoriale perfetto.

Su Facebook, vai sulla scheda degli strumenti di pubblicazione e sotto la voce “Post” nella barra laterale, potrai vedere i post programmati. Clicca su “crea” per postare messaggi, foto, video e molto altro grazie alle varie funzioni:

  • Programmare – seleziona la data e l’orario per pubblicare il post;
  • Pubblicare – pubblica il post in maniera immediata;
  • Retrodatare – pubblica il post ad una data precedente a quella stabilita;
  • Salvare la bozza – salva il post e ritornaci quando sarà ora di pubblicarlo;

Questi tool sono utili per impostare il calendario dei tuoi social media e per tenere traccia dei post pubblicati e non.

In alternativa, puoi utilizzare un software all in one per il marketing e schedulare e pubblicare tutti i tuoi post direttamente dall’interno del CRM. Guarda come facciamo noi, sempre con HubSpot, in solo 3 click per pubblicare 3 post.

 

4.Controlla le performance con la piattaforma analitica di SEO

Sia che la tua strategia di inbound marketing si focalizzi sulla SEO o sui social, una piattaforma di analisi può tenere traccia delle prestazioni e dei risultati della tua strategia.

Una piattaforma SEO gratuita e facile da usare è Google Analytics. Ti permette di capire da dove proviene il traffico, quanto ne ricevi e quali pagine sono più visitate. Per esempio potrai vedere il numero dei visitatori dalle risorse organiche, i risultati delle pagine del motore di ricerca, i social media e molto altro ancora, per monitorare le principali tendenze, concentrarti sulle pagine che attraggono il maggior numero di visitatori e perfezionare la strategia di marketing.

 

5.Controlla il numero dei siti esterni che si collegano alle tue pagine

I link esterni sono dei fattori importanti che determinano il ranking delle tue pagine sulle ricerche di Google. Ovviamente, le pagine collegate maggiormente ad altri siti, sono considerate più rilevanti.

Per determinare la popolarità delle tue pagine basandoti su link esterni, usa software come HubSpot che ti forniranno i risultati in base ai domini e alla qualità dei link collegati al tuo sito. Per saperne di più sui backlink, leggi questo articolo.

 

6.Contatta gli influencer per promuovere i tuoi contenuti o i tuoi prodotti

Piccole e grandi aziende possono decidere di adottare una delle forme più elevate di inbound marketing: l’influencer marketing. L’ingaggio degli influencer (già conosciuti e seguiti da milioni di follower) per sponsorizzare il proprio prodotto e il servizio potrebbe essere di grande aiuto. Tuttavia, il budget a disposizione, molto probabilmente, influenzerà il numero o la popolarità degli influencer con cui lavorerai: alcune star su Instagram vengono pagate milioni per la pubblicazione dei propri post.

Ricorda: se il tuo budget non è sufficiente, potrai attirare l’attenzione di altri account social di alto livello offrendo prodotti o servizi gratuiti in cambio della loro review o di post sponsorizzati.

 

7.Crea immagini personalizzate e condivisibili

Le giuste immagini possono far aumentare i follower sui social e il numero di link esterni al tuo sito. Non devi necessariamente essere un graphic designer per attirarli e per condividere il tuo contenuto. Usa programmi come Photoshop o Canva per creare banner, infografiche e immagini per i social.

Ricorda: i post con le immagini vengono condivisi maggiormente. Secondo Buffer, i Tweet che contengono immagini hanno un tasso di click superiore al 18% rispetto ai post che non le contengono.

 

8.Utilizza l’Alt Text per l’ottimizzazione

Inserisci le tue keyword nell’alt text delle immagini. In questo modo non solo migliorerai la SEO, ma aiuterai anche le persone che hanno problemi visivi e che utilizzano gli screen reader per capire il contenuto della pagina descrivendo il tuo sito tramite parole chiave.

 

Questi sono solo consigli SEO, ma per sfruttare al massimo il web trovando nuovi clienti devi avere una strategia marketing completa. Scopri con noi che risultati ti può portare l’inbound marketing.

New Call-to-action

Topics: SEO



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.