<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Blog Inbound Marketing Italia

28/04/16 9.47

10 Pregi di HubSpot per fare Inbound Marketing

Autore: Cecilia Secco

10_pregi_hubspot.png 

In molti ultimamente ci inviano email per capire cosa abbia di tanto fantastico questo HubSpot, visto che tutti ne parlano. Bene, noi siano le persone giuste per rispondere a questa domanda, visto che siamo stati tra i primi ad usarlo in Italia.

Facciamo outing prima di iniziare: HubSpot ci è piaciuto così tanto da quando l’abbiamo imparato ad usare, che siamo diventati Gold Partner HubSpot, lo rivendiamo a tutti i nostri clienti Inbound e stiamo continuando ad utilizzarlo ancora oggi.

 

1.Semplifica e Risparmia Tempo

Questo è il vantaggio principale che noi e i nostri clienti troviamo in HubSpot: la capacità di essere davvero un “HUB” che collega e integra tutti gli strumenti per il marketing online in maniera efficiente.

Senza HubSpot infatti sembra che ci siano sempre dei nuovi tool a cui la tua azienda non può rinunciare, ma se provi ad utilizzarli tutti finirai col trovarti con più di 20 software diversi che non comunicano tra loro, e non potrai mai capire cosa ti è davvero utile perché porta guadagno, e cosa no. Invece HubSpot è una soluzione completamente integrata di tutti gli strumenti che servono per fare Inbound (CMS, blog, editor per Landing Page, CTA, database contatti, email, …)

La quantità di soldi che risparmi per creare ogni elemento della tua strategia ti permette di raggiungere un ROI altrimenti impensabile.

 

2.Valutazione delle performance in tempo reale

La dashboard di HubSpot permette di avere sempre a disposizione in tempo reale i dati e le analisi del sito. Si possono vedere: le persone che hanno interagito nel sito, il numero di visitatori di ogni giorno, quanti visitatori si sono convertiti in leads e quante leads in clienti, oltre che le performance di ogni keyword (per la SEO), delle pagine del sito e del blog, di ogni Landing page, e delle email inviate.

dashboard.jpg

 

3.Impostare Obiettivi Aziendali

Grazie alla possibilità di poter controllare e analizzare i dati del sito, ha senso anche stabilire degli obiettivi. Definire obiettivi online significa essere in grado di prendere decisioni velocemente su quali attività convenga o meno portare avanti nel tempo, per migliorarsi mese dopo mese. HubSpot dà la priorità agli obiettivi SMART, acronimo di Specifico, Misurabile, Attendibile, Raggiungibile, TempisticamenteCorretto.

smart_goals.png

 

4.Attirare Traffico Qualificato

Una volta impostati i giusti obiettivi SMART è molto più facile attirare traffico qualificato:

  • Il numero di persone che visitano il tuo sito è più alto, perché HubSpot ti permette di scrivere blog post ottimizzati per la SEO per farti trovare facilmente, e i social network sono integrati per promuovere i tuoi contenuti con i tuoi potenziali clienti nel posto giusto (ad esempio gruppi di Linkedin).
  • La qualità dei tuoi visitatori è quella giusta per la tua azienda, cioè sono i tuoi potenziali clienti.

 

5.Convertire il traffico in leads qualificate

Avere molto traffico sul sito non vuol dire guadagnare di più. Ad ogni visitatore che arriva sul tuo sito dovresti proporre delle offerte fantastiche proprio adatte ai loro interessi, ad esempio eBook o calcolatori gratuiti, che possono leggere e scaricare in cambio delle loro informazioni di contatto, in modo da farli diventare parte del tuo database.

Per fare in modo che tutto ciò possa accadere, devi attirare la loro attenzione sul sito con una Call To Action, portarli verso una Landing Page con una form per la conversione, collegata al tuo database di contatti. E sì, HubSpot è in grado di fare tutte queste cose! Clicca qui sotto per capire come funziona.

creare-landing-page-per-convertire-le-leads-con-hubspot

 

6.Chiudere più vendite

Bene, quindi con HubSpot è possibile costruire dei percorsi per trasformare le visite in contatti. E poi? Il passaggio successivo è quello di nutrire la Lead, cioè tenersi in contatto e aiutarla a percorrere il processo di acquisto inviandole informazioni e materiale utile. Il modo migliore per farlo è creare un workflow, che può essere usato per gestire l’intero processo in maniera automatica, e personalizzandolo per ogni Lead in base alle sue preferenze e ai suoi comportamenti nel sito. Infatti il workflow è una serie di trigger basati sulle interazioni dell’utente con il tuo sito, che scatenano azioni come invio di email o aggiunta a liste, che permettono di aiutare la Lead a proseguire nel buyer’s journey. Scopri qui cosa è un workflow e perché è così utile per nutrire le leads.

 

7.Deliziare i clienti

La chiave del successo è avere dei clienti felici. HubSpot ti aiuta in questo senso perché ti permette di creare dei contenuti SMART all’interno del sito, cioè contenuti che le persone vedranno in maniera diversa in base alle loro preferenze, le loro azioni precedenti sul sito, o i loro vecchi acquisti.

Questo significa ad esempio che hai la possibilità di avere non una, ma più HomePage del tuo sito, ognuna adatta alle particolarità del visitatore che visualizza la pagina. In questo modo la sua esperienza sarà molto più personalizzata, più focalizzata sui suoi obiettivi, e il tuo cliente sarà più contento di trovare proprio ciò che fa al caso suo.

Se hai integrato anche Sidekick, puoi vedere in tempo reale tutto quello che fanno le tue leads: chi sta visualizzando il tuo sito, che pagina sta leggendo, che email ha aperto. Questo ti serve per sapere quando è il momento adatto per chiamarle, perché sai che stanno già controllando i tuoi materiali.

 

8.Testa, misura, e agisci

Per creare una buona strategia di marketing online, la cosa più importante da fare è creare dei test per capire cosa funziona meglio per i tuoi potenziali clienti, e cosa invece non va bene. HubSpot traduce questa necessità nella possibilità di creare test A/B per le tue pagine, per le tue Landing Page, per le tue Calls To Action. Scopri di più sui test A/B su questo articolo.

 

9.Sito Responsivo

I tuoi clienti non usano solo il computer, ma anche il tablet e lo smartphone, e tu devi essere pronto ad accoglierli sul tuo sito anche in questi due ultimi casi. HubSpot ti aiuta realizzando un sito (e le email) in maniera completamente responsiva, in modo che possa essere visualizzato correttamente da ogni device. Inoltre grazie ai contenuti SMART di cui parlavamo prima, permette di mostrare le tue pagine in maniera completamente diversa in base al device che sta venendo utilizzato.

 

10.Integrazioni

HubSpot comprende quasi tutto, e quello che non fa lui lo riescono a fare le sue integrazioni. Ad esempio alcune integrazioni che noi abbiamo utilizzato sono Salesforce, Wistia, Survey Monkey, WordPress and Go To Webinar, HotJar per le mappe di calore.

 

Queste sono alcuni dei pregi di HubSpot, ma puoi scaricare la guida completa in cui ti spieghiamo cosa può fare e cosa invece no, per capire se è veramente il software adatto alla tua azienda.

guida_hubspot

 

 

 

Topics: HubSpot