<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
bg_blog

01 luglio 2022

Come strutturare un webinar marketing efficace

Matteo Grigolato

Come-strutturare-un-webinar-marketing-efficace

I webinar, ovvero seminari e corsi che si seguono online, sono, in questo periodo più che mai, utilizzati su larga scala.

Sono letteralmente esplosi a seguito delle restrizioni a causa della pandemia da COVID-19: durante quel periodo è stato necessario fare più cose possibile tramite il web, in particolare nell’ambito della formazione. La tendenza non si è ancora fermata perché le persone hanno cominciato ad apprezzare i momenti formativi a distanza grazie alla loro semplice e comoda fruibilità: ci si può aggiornare anche senza lunghe trasferte, senza spostamenti sede, mentre si viaggia o anche dall'home office.

Anche nelle aziende ultimamente si sta puntando sempre di più all’uso di corsi erogati in modalità telematica perché la partecipazione è più numerosa. Sul lato economico, inoltre, le aziende risparmiano i costi di trasferta, il noleggio di sale riunioni e altre spese correlate.

Dunque, vista anche l’ampia fruizione di questa modalità di comunicazione, è importante saper organizzare un webinar e avere delle strategie di webinar marketing ben strutturate.

 

La progettazione di un webinar marketing efficace

Per creare un seminario via web, bisogna partire dall’idea principale, ovvero dall’argomento centrale su cui si baserà tutto l’incontro; per fare ciò è importante pensare alla proposta di valore dell’azienda, a prefissarsi un obiettivo ed allinearlo con le vendite e il marketing.

Successivamente bisogna pensare alla forma da conferire al webinar: discussioni di gruppo, domande e risposte, presentazioni con un solo relatore oppure interviste.

>>> Servono degli spunti di videomarketing? Leggi questa guida:

Click me

La forma dipende dall’obiettivo prefissato e dal tipo di interazione che si intende ottenere con il pubblico.

 

Le modalità e i contenuti

Va poi scelto lo strumento, ovvero la piattaforma su cui verrà ospitato il seminario; ve ne sono diverse, ad esempio Zoom, GoToWebinar e ClickMeeting, che si differenziano per il numero di spettatori che sono in grado di supportare, costi e facilità di utilizzo.

Fondamentale è la suddivisione dei compiti tra i membri del team, tra cui spiccano quattro figure: l’organizzatore, il presentatore, il moderatore e gli assistenti. Ognuno deve avere quindi un ruolo ben definito, al fine di ottenere il risultato in maniera organizzata e metodica.

Punto centrale del processo è la creazione del contenuto, che dipende dal tipo di webinar che si intende tenere; vanno pianificati i temi, i relatori e le possibili domande, in modo da avere un prodotto esauriente e completo.

 

 

Le tempistiche

ON24, piattaforma di marketing specializzata in digital engagement, ha riscontrato che il momento migliore per trasmettere un webinar è la mattina tra le 10 e le 11 di mercoledì e giovedì; in questo arco temporale è probabile che si colleghino molte più persone.

Secondo le statistiche, il tempo medio di visualizzazione di un webinar è di 57 minuti, momento in cui l’ascoltatore è più concentrato e nel quale è utile, dunque, fornire le informazioni più importanti e strategiche.

 

La preparazione e la risoluzione dei problemi

Un aspetto solitamente sottovalutato, ma che in realtà è rilevante per la buona riuscita del webinar, è quello di stilare un piano di emergenza; è infatti possibile che vi siano degli imprevisti, soprattutto legati alla gestione della rete Internet, che vanno saputi gestire con rapidità e prontezza. Dunque, è possibile fronteggiare a questo problema preparandosi prima le possibili soluzioni da adottare nel caso in cui si verificasse un intoppo.

Inoltre, è necessario fare pratica ed essere preparati, oltre che dal punto di vista prettamente tecnico, anche sulle possibili domande e curiosità che potrebbero essere poste dagli spettatori; in questo modo si crea anche un’interazione che coinvolge maggiormente i partecipanti e li stimola.

 

La promozione attraverso il webinar marketing

Non è un problema da poco: se organizzi un Webinar è perché vuoi raggiungere tante persone con i tuoi contenuti.

Il tuo obiettivo potrebbe essere l'iscrizione o l'acquisto del webinar e in entrambi i casi devi trovare il modo di convincere le persone a guardarti.

Mentre si organizza in maniera meticolosa il webinar è importante promuoverlo, in modo tale da avere un ampio pubblico. È interessante, per esempio, creare dei post sui social media che rimandino ad un form tramite il quale vengono acquisiti i dati di chi è interessato a partecipare; in questo modo si è in grado di profilare gli spettatori e fidelizzarli, inviare contenuti mirati e, successivamente, farli diventare clienti proponendo delle ulteriori attività.

Per poter raggiungere un ampio numero di persone, si possono inviare e-mail come promemoria, contenuti interattivi, approfondimenti e infine offrire contenuti scaricabili. In questo modo, si possono attirare nuovi clienti, basandosi appunto sui loro interessi; in questo modo si alza la qualità della propria community.

La pubblicizzazione non deve essere però troppo generalizzata o insistente, ma deve raggiungere il target giusto, che va studiato attraverso un piano editoriale e un piano di web marketing ben definiti.

In altre parole, la formula chimica perfetta è nel giusto dosaggio tra contenuto di valore (interessante per il target a cui ti rivolgi) e promozione attraverso i canali giusti.

La gestione dei webinar è differente da quella degli eventi in presenza e di conseguenza anche la loro promozione. È fondamentale il lavoro di pubblicizzazione attraverso i social fino all’ultimo, poiché risulta che le persone si iscrivano a questi seminari online anche il giorno stesso; il piano promozionale deve essere quindi ben sviluppato e puntare a raggiungere la maggior parte degli utenti la settimana prima dell’evento.

Sono molto utili anche le stories, per esempio su Instagram, con un link diretto al form di iscrizione, in modo tale che chi è incuriosito abbia facile accesso e sia “accompagnato”, oltre che invogliato, a prendere parte al webinar.

Grazie a questi passaggi, i contenuti creati saranno molto più efficaci e potranno far aumentare le entrate dell’azienda grazie allo stretto rapporto tra attività di marketing ed entrate.

Possiamo dunque affermare che i webinar sono stati rivalutati, dal momento che si sono rivelati dei potenti strumenti di marketing, che vanno saputi utilizzare per poterne sfruttare il massimo potenziale.

Scopri come promuovere al meglio i tuoi contenuti sfruttando al massimo i social per generare iscrizioni ai tuoi webinar.

Scarica gratuitamente la guida Advertising Power!

scarica la guida advertising

Topics: Advertising, Video



Iscriviti al blog!

Resta aggiornato sulle ultime tendenze dell'Inbound Marketing e di Hubspot.