<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=455653424641191&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Blog Inbound Marketing Italia

Sfruttare l'Instagram marketing per la tua azienda

Autore: Matteo Grigolato

24/04/18 17.52

Sfsfruttare Instagram per la tua azienda

Con più di 800 milioni di utenti attivi, 14 milioni solo in Italia, Instagram è senza dubbio uno dei social network più utilizzati dopo Facebook. Più del 55% degli utenti ha meno di 35 anni e ogni giorno caricano milioni di foto e video. Come puoi sfruttare questa piattaforma a tuo vantaggio?

Come puoi pubblicare e a rendere soprattutto utile Instagram alla tua attività? Ecco qui i segreti per attirare e comunicare con gli utenti evitando di investire tutto il tuo budget in campagne sponsorizzate, ma creando una community che ama e vuole i tuoi contenuti.

 Pronto alla tua prima campagna di Instagram marketing? Innanzitutto quando pensi di postare contenuto su Instagram, ci sono alcuni aspetti che devi stabilire e alcuni dati tecnici da tenere a mente come:

  • tipologia di contenuto
  • aspect ratio e risoluzione
  • pubblicazione 

Tipologia

Su instagram puoi pubblicare sia foto che video in più salse, ma evita di fare il classico errore anti-inbound:  pubblicare solo foto del tuo prodotto o servizio è sbagliatissimo, perché gli utenti vanno su Instagram per svagarsi e intrattenersi. L'ultima cosa che vogliono è che qualcuno gli dica cosa comprare.

Se vuoi pubblicare su Instagram ricorda di realizzare contenuti interessanti che possano venire apprezzati.

Puoi pubblicare:

  • Post - può essere sia una foto che un video ed è il “classico” contenuto di Instagram, ovvero quello che troviamo scrollando la homepage;
  • Carosello - un’evoluzione dei post, dove si possono aggiungere più foto o video nello stesso post, scrollabili in orizzontale;
  • Storie - l’ultima novità inserita (sulla scia di Snapchat) che permette di pubblicare foto e video in fullscreen che verranno cancellati dopo 24 ore.

Su post e caroselli, pubblica contenuti spettacolari che emozionino e stupiscano: scatena la tua fantasia e mostra agli utenti cosa sei capace di fare adottando soluzioni creative! Guarda ad esempio come Airbnb ha sfruttato creativamente il carosello.

 

Un post condiviso da Airbnb (@airbnb) in data:

Sulle storie il contenuto è più immediato e, oltre che catturare l’attenzione, deve intrattenere: quindi sii divertente, utilizza tutte le tipologie di storie che la piattaforma ti offre (come i boomerang) e utilizza soluzioni creative per renderle irresistibili! 

esempio boomerang aziendale

E sfrutta le dirette! Se, ad esempio, organizzi un evento, inizia una diretta per mostrare un dietro le quinte di quello che succede sia nella preparazione che nel backstage.

 

Aspect Ratio e Risoluzione

Aspect ratio... Cosa vuol dire questo parolone?

Non è altro che il rapporto di forma tra la lunghezza e l’altezza di un contenuto (che può essere sia foto che video). Nella gran parte dei video che guardi, l’aspect ratio è 16:9 (ovvero che se la lunghezza valesse 16, l’altezza dovrebbe valere 9): infatti, la comune risoluzione video FULLHD 1920x1080 rispetta questo rapporto.

full hd aspect ratio

L’aspect ratio per Instagram è diverso rispetto ad altre piattaforme per via della user experience dell’app: chi usa Instagram, lo utilizza con lo smartphone in verticale.

Nonostante siano supportati svariati rapporti di forma, sui post è consigliabile:

  • Rapporto quadrato (1:1)
    con risoluzione massima di 1080x1080 pixel, il classico di Instagram;

  • Rapporto verticale (4:5)
    con risoluzione massima di 1080x1350 pixel, ottimo per massimizzare lo spazio occupato nel display dello smartphone;

  • Rapporto orizzontale (1,91:1)
    con risoluzione massima di 1080x566 pixel, perfetto per contenuti widescreen, ma il meno apprezzabile.

  • Rapporto storie (9:16)
    con risoluzione 1080x1920 pixel, in modo che al tap sulla parte alta della home, il contenuto riempia completamente il display dello smartphone.

esempio aspect ratio

La durata dei video su Instagram nei post va da un minimo di 3 ad un massimo di 60 secondi, che comunque al termine ricominciano in loop, mentre sulle storie il limite è posto a 15 secondi (tranne che per le dirette). 

 

Pubblicazione

Innanzitutto, sia per le storie che per i post, non pubblicare subito. Anzi, salvati il contenuto per modificarlo successivamente e valuta attentamente se ne vale la pena. Se hai dei dubbi o non sei sicuro di cosa pubblicherai, ti conviene pensarci 2 o 3 volte prima di inserirlo nel tuo profilo: meglio non pubblicare niente che pubblicare per forza un contenuto poco originale e di bassa qualità.

Quando decidi che è giunto il momento di pubblicare, puoi rendere più appetibile la tua foto con i filtri che Instagram ti propone: il filtro “Mayfair” sembra essere il più indicato per farsi notare meglio. Il mio consiglio, comunque, è di non limitarsi ai filtri di default, ma di essere creativi con i parametri che Instagram ti permette di modificare!

filtri valori Instagram

Ti svelo un piccolo segreto: se in una foto regoliamo i valori colore enfatizzando su teal & orange (verde acqua e arancione) otterremo un ampio contrasto percepito dall’occhio umano come piacevole ed appagante. Se vuoi far risaltare la tua foto, ma non hai un software di photo editing, ti consiglio di scaricare MIX e applicare, sotto "cine", gli effetti C104 - C105 - C106 per ottenere un risultato simile!

 esempio teal and orange

Una volta modificato il tuo contenuto è il momento di caricarlo, ma prima, aggiungi i giusti hashtag che lo descrivano al meglio così verrai inserito, similmente alle keyword per i blogpost, nelle ricerche di quella determinata parola. Occhio a non esagerare con troppi hashtag altrimenti otterrai l'effetto contrario!

Stessa cosa per le storie: aggiungi un hashtag o un luogo con i moduli appositi così da essere inclusi nelle storie generate da Instagram basandosi su di loro.

instagram stories aziendali

Come sempre, la costanza premia: più pubblichi regolarmente, più la tua fanbase crescerà. Ricordati a chi ti stai rivolgendo e pubblica di conseguenza cercando di intrattenere ed essere utile, non di pubblicizzare spudoratamente... e così hai anche scoperto l'essenza dell'inbound marketing!

Sei pronto, quindi, a lanciare o rilanciare il tuo profilo su Instagram per stupire tutti i tuoi utenti con coinvolgenti storie e stupefacenti post? E hai mai usato Instagram? Hai altri suggerimenti? Lasciaci un commento qui sotto così da poterlo condividere con tutti!

Anche noi abbiamo lanciato il nostro profilo Instagram! Seguici

clicca-scarica-guida-inbound

 

Topics: Instagram